Cronaca

Aziende e privati per la Croce Rossa: c'è chi dona coprisedili usa e getta, chi offre lavaggi sanificanti

Le aziende e i privati forlivesi si sono impegnati, ciascuno secondo possibilità e competenze, a effettuare donazioni di materiali utili e a offrire i loro servizi al comitato di Forlì della Croce Rossa Italiana

Il Comitato di Forlì della Croce Rossa Italiana è in prima linea per quanto riguarda l'emergenza coronavirus. Infatti non solo si occupa tramite i suoi numerosi volontari dell'assistenza sanitaria e sociale in tempo di pace, ma è nata anche e soprattutto per operare in tempo di conflitto. E quella che stiamo vivendo è una guerra contro un male invisibile che i volontari della Croce Rossa combattono ogni giorno non solo trasportando malati e sofferenti, non solo intervenendo in caso di incidenti e malori, ma anche con l'attivazione del progetto "CRI per te!", che offre gratuitamente servizi di spesa e farmaci a domicilio per anziani, disabili e immunodepressi. Un servizio prezioso e indispensabile, che però richiede per gli operatori l'utilizzo di dispositivi di protezione individuale – dai guanti alle mascherine, ma non solo.

Per questo nell'ultimo periodo a Forlì le aziende e i privati si sono impegnati, ciascuno secondo le sue possibilità e competenze, a effettuare donazioni di materiali utili e a offrire i loro servizi.

È il caso dell'Autolavaggio Capacci di Meldola, che ha offerto gratuitamente lavaggio e trattamento di sanificazione dell'abitacolo a tutti i mezzi di servizio del 118, ma anche a Carabinieri, Polizia e a tutte le forze dell'ordine; la Carrozzeria F.lli Ricci ha invece donato coprisedili usa e getta, in modo che i volontari possano ricoprire i sedili delle ambulanze; Gierrepack ha regalato camici, guanti e altri presìdi di protezione; la ditta Lugaresi Bomboniere ha donato mascherine sterilizzabili; la “Squadra del Cinghiale” di Santa Sofia ha operato una donazione a favore de progetto “CRI per te!”.

Anche una star come Laura Pausini si è mobilitata, con un generoso contributo di 100mila euro alla Croce Rossa Italiana - Comitato Regionale dell'Emilia-Romagna, utile per dotare i vari comitati, fra cui anche quello di Forlì, di dispositivi di protezione individuale, materiali per la sanificazione degli ambienti e mezzi di soccorso indispensabili per fronteggiare l'emergenza.

Ma la possibilità di fare qualcosa è in mano a tutti noi: su Facebook è ancora attiva la raccolta fondi del Comitato di Forlì, in cui è possibile donare alla Croce Rossa anche una piccola somma, per acquistare DPI per gli operatori e per i cittadini forlivesi in modo da contribuire ancora di più al contrasto del virus.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aziende e privati per la Croce Rossa: c'è chi dona coprisedili usa e getta, chi offre lavaggi sanificanti

ForlìToday è in caricamento