Aziende e privati per la Croce Rossa: c'è chi dona coprisedili usa e getta, chi offre lavaggi sanificanti

Le aziende e i privati forlivesi si sono impegnati, ciascuno secondo possibilità e competenze, a effettuare donazioni di materiali utili e a offrire i loro servizi al comitato di Forlì della Croce Rossa Italiana

Il Comitato di Forlì della Croce Rossa Italiana è in prima linea per quanto riguarda l'emergenza coronavirus. Infatti non solo si occupa tramite i suoi numerosi volontari dell'assistenza sanitaria e sociale in tempo di pace, ma è nata anche e soprattutto per operare in tempo di conflitto. E quella che stiamo vivendo è una guerra contro un male invisibile che i volontari della Croce Rossa combattono ogni giorno non solo trasportando malati e sofferenti, non solo intervenendo in caso di incidenti e malori, ma anche con l'attivazione del progetto "CRI per te!", che offre gratuitamente servizi di spesa e farmaci a domicilio per anziani, disabili e immunodepressi. Un servizio prezioso e indispensabile, che però richiede per gli operatori l'utilizzo di dispositivi di protezione individuale – dai guanti alle mascherine, ma non solo.

Per questo nell'ultimo periodo a Forlì le aziende e i privati si sono impegnati, ciascuno secondo le sue possibilità e competenze, a effettuare donazioni di materiali utili e a offrire i loro servizi.

È il caso dell'Autolavaggio Capacci di Meldola, che ha offerto gratuitamente lavaggio e trattamento di sanificazione dell'abitacolo a tutti i mezzi di servizio del 118, ma anche a Carabinieri, Polizia e a tutte le forze dell'ordine; la Carrozzeria F.lli Ricci ha invece donato coprisedili usa e getta, in modo che i volontari possano ricoprire i sedili delle ambulanze; Gierrepack ha regalato camici, guanti e altri presìdi di protezione; la ditta Lugaresi Bomboniere ha donato mascherine sterilizzabili; la “Squadra del Cinghiale” di Santa Sofia ha operato una donazione a favore de progetto “CRI per te!”.

Anche una star come Laura Pausini si è mobilitata, con un generoso contributo di 100mila euro alla Croce Rossa Italiana - Comitato Regionale dell'Emilia-Romagna, utile per dotare i vari comitati, fra cui anche quello di Forlì, di dispositivi di protezione individuale, materiali per la sanificazione degli ambienti e mezzi di soccorso indispensabili per fronteggiare l'emergenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma la possibilità di fare qualcosa è in mano a tutti noi: su Facebook è ancora attiva la raccolta fondi del Comitato di Forlì, in cui è possibile donare alla Croce Rossa anche una piccola somma, per acquistare DPI per gli operatori e per i cittadini forlivesi in modo da contribuire ancora di più al contrasto del virus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento