Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

La Croce Verde Meldola-Predappio ritorna in Bosnia-Erzegovina

L’obiettivo di viaggio dei circa quaranta fra aderenti e simpatizzanti dell’onlus bidentina presieduta da Ferdinando Avenali, è visitare i luoghi che da oltre vent’anni sono teatro dell’azione umanitaria della Croce Verde

E’ in pieno svolgimento la nuova missione della Croce Verde Meldola-Predappio in Bosnia-Erzegovina. L’obiettivo di viaggio dei circa quaranta fra aderenti e simpatizzanti dell’onlus bidentina presieduta da Ferdinando Avenali, è visitare i luoghi che da oltre vent’anni sono teatro dell’azione umanitaria della Croce Verde. Dal programma della trasferta spicca una tappa molto significativa: la partecipazione alla festa di Zavidovici con i bambini della scuola di Gostovic. Si tratta della struttura didattica interetnica ricostruita dalle fondamenta nel 2001, al termine della guerra divampata nel paese tra il 6 aprile 1992 e il 14 dicembre 1995, foriera di 100.000 morti e 1,8 milioni di profughi.

La scuola fu ripristinata grazie ad una straordinaria gara di solidarietà tutta romagnola, condotta dalla stessa Croce Verde Meldola-Predappio assieme ad Idrotermica Coop e ad altre realtà del privato sociale forlivese, fra cui il Comitato per la Lotta contro la Fame nel Mondo e il Gruppo Preghiera di Montepaolo. Di rilievo anche l’incontro in programma domenica mattina a Sarajevo, alla Casa dei genitori e dei laboratori della associazione “Cuore”. Avenali e C. incontreranno i responsabili del reparto di pediatria dell’ospedale locale, per riattivare il protocollo “Progetto Amra - Andare oltre i confini”, firmato il 28 ottobre 2011 dall’Associazione Genitori Ematologia Oncologia Pediatrica-Ageop di Bologna e dalla stessa onlus bidentina: l’obiettivo è continuare a dare assistenza alla decina circa di minori post-leucemici, costretti al trapianto di midollo osseo in Italia, nello specifico al Sant’Orsola di Bologna, come ultima spiaggia nella difficile gara per sopravvivere.

Fondata il 15 marzo 1996 come “Pubblica Assistenza Croce Verde – Comitato di Solidarietà”, l’associazione, che ha sede in piazza Orsini, 12 a Meldola, in un locale dello storico palazzo Doria Pamphili, è impegnata in progetti umanitari di aiuto alla collettività, con l’affermazione dei principi della solidarietà fra i popoli, “favorendone – recita lo statuto – il rinnovamento civile, sociale e culturale”. Sul piano pratico, già dagli albori la Croce Verde ha risposto prontamente alle emergenze nazionali ed internazionali, puntando soprattutto l’attenzione alle genti balcaniche coinvolte nei feroci conflitti conseguenti alla dissoluzione dell’ex Jugoslavia.

Da qui le centinaia di missioni compiute in tutto l’est europeo: Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Serbia e Montenegro, Albania, Ucraina, Romania e Moldova. Col tempo, il raggio umanitario si è ampliato, fino ad occuparsi di Riabilitazione Comunitaria, in appoggio all’impegno formativo di uno dei massimi esperti in materia a livello internazionale, il dottor Germano Pestelli. L’onlus bidentina è coinvolta anche in esigenze ed emergenze locali: vedi gli aiuti alle popolazioni italiane colpite dai terremoti del 2012 (Emilia) e del 2016 (Marche, Umbria e Lazio). Il rientro in Italia dei volontari croceverdini è previsto nelle tarda serata di lunedì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Croce Verde Meldola-Predappio ritorna in Bosnia-Erzegovina

ForlìToday è in caricamento