rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

La culla intelligente arriva dagli studenti dello Scientifico: premiato il progetto

Il progetto MOMmut, che aiuta i genitori con una culla intelligente, nato da un gruppo di studenti del Liceo Scientifico “Paulucci di Calboli” di Forlì, si è aggiudicato il 1° premio nella categoria giovani

Il progetto MOMmut, che aiuta i genitori con una culla intelligente, nato da un gruppo di studenti del Liceo Scientifico “Paulucci di Calboli” di Forlì, si è aggiudicato il 1° premio nella categoria giovani, aperta agli studenti delle scuole superiori, della Start Cup Emilia-Romagna 2015, la competizione dei progetti d’impresa innovativi promossa da Aster, consorzio regionale per l’innovazione e la ricerca industriale. Il progetto ha ricevuto un premio da 500 euro in buoni per l'acquisto di materiale informatico.

MOMmut è una culla intelligente che integra la classica struttura per neonati con strumenti tecnologici. Grazie a un particolare dispositivo e a un braccialetto hi-tech la culla sarà in grado di capire quando il bambino si sta per svegliare, cercando di farlo riaddormentare. I genitori potranno controllare sullo smartphone alcuni parametri vitali del bimbo, come la qualità del sonno, e potranno osservarlo tramite una speciale videocamera. Il progetto nasce su iniziativa di un gruppo di studenti del Liceo Scientifico “Paulucci di Calboli” di Forlì: Matilde Zanotti, Anna Matteucci, Benedetta Braghin, Francesca Cortini, Patrizio Appi.

La Start Cup Emilia-Romagna 2015 è stata invece vinta dal progetto piacentino By-Ento, che alleva insetti per ricavarne fertilizzanti e mangimi, che si è aggiudicato il primo premio di 5 mila euro. Rispettivamente al secondo e terzo posto si sono classificate la parmense Art, che sviluppa biomateriali per la rigenerazione dei tessuti e la piacentina Bioridis, che produce strumenti a basso impatto ambientale a supporto della ricerca e della diagnostica medico-sanitaria.

Al primo classificato è stato assegnato anche lo “Startup to Startup Award” di 5mila euro, finanziato dalla startup Aquabuddy. I tre vincitori della competizione hanno ricevuto un premio di 5mila euro ciascuno per la costituzione dell’impresa, assegnato dagli sponsor Gruppo Hera, GD e Sacmi Imola. I primi tre classificati tra i progetti che hanno un legame con la ricerca parteciperanno al  PNI - Premio Nazionale per Innovazione che si terrà a dicembre in provincia di Cosenza. I buoni di acquisto con cui sono stati premiati i vincitori della categoria giovani sono stati messi in palio da e-Soft e Makeitalia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La culla intelligente arriva dagli studenti dello Scientifico: premiato il progetto

ForlìToday è in caricamento