menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Cultura 2072": il Rotaract Forlì presenta una guida alla scoperta dei tesori nascosti

Il ricavato verrà utilizzato per sostenere due importanti progetti sviluppati sul territorio regionale dai giovani del Rotaract: “To Bee Rotarian”

Una guida turistica dedicata ai luoghi nascosti dell'Emilia Romagna e di San Marino. Prende nome di "Cultura 2072", il progetto presentato dal Rotaract Club Forlì e che ha incassato il sostegno dell'assessorato alla Cultura guidato da Valerio Melandri. Durante la prima ondata del Coronavirus, il Rotaract Club Forlì, volendo continuare ad agire in modo concreto per la comunità, ha dovuto reinventare le proprie attività e il proprio modo di fare service nonostante l’isolamento. Il turismo e le attività ad esso correlate sono stati alcuni dei settori economicamente più colpiti sin da subito, e così il Rotaract Club Forlì ha dato vita ad un progetto di promozione del patrimonio artistico culturale e storico della città attraverso i social.

"Questa prima idea a livello locale è stata sviluppata, nell’annata rotariana 2020-2021, nell’ambito di un Progetto proposto al Distretto Rotaract dell’Emilia Romagna divenendo il progetto distrettuale dal nome "Cultura 2072" - spiegano dal Rotary -. L'obiettivo è la realizzazione di un libro che consentirà di fare un tour per le città del Distretto 2072 (Regione Emilia Romagna e Repubblica di San Marino). Lo scopo di questa iniziativa è la promozione dei luoghi, palazzi e percorsi, ad oggi, meno conosciuti presenti sul territorio. Tutti i club Rotaract sono stati coinvolti attivamente nella realizzazione, resa possibile anche grazie al supporto degli enti locali. A Forlì, in particolare, l'assessore alla Cultura Melandri ed il suo staff hanno dimostrato fin dall'inizio grande entusiasmo ed offerto un sostegno fondamentale". 

"Della nostra città all'interno del volume sono presenti approfondimenti su Palazzo Romagnoli e sulle prestigiose Collezioni contenute al suo interno; sul Palazzo del Merenda, con un focus sulla Biblioteca comunale e la sua inestimabile collezione di opere dantesche e sul Palazzo dell'Ex Gil, bellissimo esempio dell'architettura razionale presente a Forlì - viene spiegato -. Il famoso storico dell'arte Pietro Di Natale termina così la sua introduzione al libro "L'opera non sta mai sola, è sempre un rapporto. Per cominciare: almeno un rapporto con un'altra opera d'arte. Uno spaccato di quest’intreccio irripetibile, unico, collettivo, che è la peculiarità più autentica della nostra penisola, un paese che è un museo (che suona meglio di “museo diffuso” o di “museo a cielo aperto”), è raccontato in queste pagine"".

Il libro "Cultura 2072" sarà in vendita a partire da venerdì al costo di 15 euro. Il ricavato verrà utilizzato per sostenere due importanti progetti sviluppati sul territorio regionale dai giovani del Rotaract: “To Bee Rotarian” che incentiva la salvaguardia ed una maggiore conoscenza dei cicli vitali delle api e di conseguenza anche dell'ambiente e della vita del nostro pianeta; “Don’t Stop Them Now” che aiuta e supporta i bambini affetti da autismo e le loro famiglie dopo che l’emergenza sanitaria dell’anno 2020 ha portato gravi conseguenze sulla loro vita quotidiana viste le difficoltà legate all'utilizzo di supporti sanitari/assistenziali che prima potevano ricevere più facilmente. Per prenotare e acquistare una copia è necessario scrivere al Rotaract Club Forlì alla mail forli@rotaract2072.org

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Come eliminare l'odore di fumo in casa: ecco i consigli

Attualità

"Non più soli", quattro posti alla Misericordia di Rocca San Casciano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento