rotate-mobile
Cronaca

Forlì città della cultura: il Santarelli e il palazzo del Merenda si trasformano

Il volto di quella che vuole essere "la città della cultura" è stato presentato alla cittadinanza dall'assessore Elisa Giovannetti, che ha illustrato gli obiettivi di mandato

Il volto di quella che vuole essere “la città della cultura” è stato presentato alla cittadinanza dall'assessore Elisa Giovannetti, che ha illustrato gli obiettivi di mandato. “Miglioramento dei servizi per l'accesso democratico alla conoscenza e al patrimonio culturale, rinnovamento del progetto di funzione della biblioteca pubblica, fondazione dell'archivio della memoria visiva della città, partecipazione dei cittadini nei processi di valorizzazione del patrimonio documentale e adeguamento degli spazi attraverso la divisione in sezioni antica e contemporanea”. Due sono i luoghi sui quali si punta: il Palazzo del Merenda e l'ex asilo Santarelli.

PALAZZO DEL MERENDA – Qui troveranno spazio, con un investimento che va dai 3 ai 5 milioni in 5 anni, con 500 mila euro l'anno, attraverso finanziamenti diretti del Comune e da finanziamenti strutturali europei, i fondi antichi, la collezione Piancastelli, gli archivi personali, il museo Pergoli e l'armeria Albicini. Inoltre è previsto un collegamento con l'università e l'implementazione dei servizi di sala studio. L'intervento per la riapertura della sale studio partirà già quest'anno, mentre nel 2016-2017 si comincerà a lavorare per arrivare nel 2018-2018 alla riapertura dei chiostri, della cappella Cirri e delle sale studio al piano terra.

SANTARELLI - Con un intervento da 2,5 milioni di euro, da finanziamenti strutturali europei, qui troveranno spazio la biblioteca “Contemporanea e ragazzi” e l'archivio della memoria della città. Inoltre l'ex asilo sarà la 'casa' di di due laboratori per la sperimentazione delle tecnologie digitali nella conservazione e nella valorizzazione del patrimonio e per i servizi di promozione turistica e culturale. L'apertura del cantiere è prevista per il 2016-2017, mentre l'apertura della biblioteca, la cui definizione del progetto parte già quest'anno, e dell'archivio andranno al 2018-2019.

“In cantiere sono anche il lavoro culturale e i progetti per la nascita e crescita delle imprese culturali creative in città : un brand turistico della città, un polo per la produzione dell'audiovisivo, il museo etnografico Pergoli e il museo archeologico Santarelli e nuovi modelli per la programmazione teatrale e musicale di Forlì”, conclude l'assessore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forlì città della cultura: il Santarelli e il palazzo del Merenda si trasformano

ForlìToday è in caricamento