rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca Forlimpopoli

Commercio, fanno il percorso opposto: partono da un e-commerce di frutta e verdura "a km zero" per aprire i negozi fisici

Compiono un passo in qualche modo opposto rispetto all'andamento generale i giovani imprenditori che hanno fatto nascere nel 2019 a Cesena la loro azienda agricola e tecnologica

Dal commercio online con consegna a domicilio ai negozi fisici. Compiono un passo in qualche modo opposto rispetto all'andamento generale i giovani imprenditori che hanno fatto nascere nel 2019 a Cesena "Green Project", un e-commerce di frutta e verdura a chilometro zero, che viene consegnata dal loro campo ai clienti della Romagna e della provincia di Bologna. Se, infatti, in tanti ragionano su come dare redditività alla propria azienda passando sempre di più al commercio online, il gruppo dei quattro ragazzi cesenati Filippo Casali, Riccardo Brandolini, Raffaele Rattini e Samuele Lombardi, tutti sotto i trent'anni, passa invece ad aggiungere i negozi. 

"Abbiamo preso la decisione di abbinare alla vendita online anche una linea di store fisici, ben identificabili con i nostri colori e con la stessa logica di scelta dei prodotti. Dunque eccoci qua ad aprire quello che sarà il primo di tanti “store”, come piace chiamarli a noi", spiegano Riccardo Brandolini e Filippo Casali. L'apertura è avvenuta nei giorni scorsi a Forlimpopoli, con inaugurazione vera e propria sabato scorso. L’azienda, oggi come 3 anni fa, si prefigge di essere il punto di riferimento dei produttori artigianali e agricoli del territorio. Tutto questo al fine di tutelare e rilanciare i prodotti del territorio anche portandoli dove non è così solito trovarli, per esempio Bologna). Ed ancora: "L’apertura di uno store porterà infatti un clima e contatto molto più amichevole e dunque vicino al cliente ed alle sue necessità, e nella nostra mente ci piacerebbe estendere questa possibilità a tutte le città che serviamo con le consegne a domicilio, le quali ancora oggi sono il nostro core business: ne svolgiamo più di 100 al giorno, dal lunedì al venerdì, fino a Bologna".

Ricordano Brandolini e Casali: "Il progetto inizialmente è partito grazie ad un’azienda agricola che noi stessi abbiamo fondato ed i prodotti della quale sono stati i primi ad essere commercializzati e distribuiti ai nostri clienti. Dapprima quello che vendavamo si rispecchiava in quello che producevamo e cioè frutta e verdura della nostra terra; secondariamente grazie alla crescita ed alla richiesta della nostra clientela abbiamo deciso di comprendere una più vasta gamma di prodotti che rispecchiassero i nostri severissimi requisiti di qualità, freschezza e località di produzione. Decidendo questo, abbiamo aperto una nuova realtà che potesse sostenere le nostre richieste e supportare al meglio la nostra crescita".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercio, fanno il percorso opposto: partono da un e-commerce di frutta e verdura "a km zero" per aprire i negozi fisici

ForlìToday è in caricamento