menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dà in escandescenza nella farmacia di Piazza Saffi: scatta l’intervento della Polizia Locale

L’elogio del vicesindaco Daniele Mezzacapo al servizio appiedato: "E' sinonimo di tempestività d’azione"

Dà in escandescenza in farmacia e finisce nei guai perchè non in regola col permesso di soggiorno. Nel mirino della Polizia Locale è finito un cittadino del Gambia. L'episodio si è consumato il 2 gennaio scorso. A dare l’allarme è stata una dottoressa della farmacia Schibuola, che di fronte alla violenza verbale e al rifiuto di un cittadino extracomunitario di pagare un medicinale appena fornitogli, non ha esitato a chiedere l'intervento di un agente in divisa della Polizia Locale in servizio appiedato in quel momento sotto i portici di Piazza Saffi.

L’agente, senza esitare, è entrato in farmacia e l'ha esortato a lasciare il farmaco sul banco conducendolo all'esterno verso l'auto di servizio in sosta in corso Mazzini. Dagli accertamenti successivamente eseguiti è emerso che si trattava di un extracomunitario di nazionalità gambiana con il permesso di soggiorno scaduto da 2 anni. "Il servizio appiedato della Polizia Locale è sinonimo di sicurezza e prossimità d’azione . commenta il vicesindaco Daniele Mezzacapo -. La presenza di agenti a piedi per le vie del centro rende possibile un loro tempestivo intervento ogni qualvolta se ne manifesti l'opportunità o l'esigenza, come nel caso dell’aggressione alla farmacia Schibuola. Ringrazio l’agente che si è resto protagonista di questa singola operazione ma anche tutti i suoi colleghi che ogni giorno pattugliano a piedi il nostro centro storico". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento