rotate-mobile
Cronaca

Dai falsi rimborsi ai controlli post vaccino: la pandemia non ferma i truffatori

Anap Confartigianato Forlì ha avvisato i propri associati. In particolare si invitano gli anziani a non aprire a sconosciuti e chiamare le forze dell’ordine

La pandemia non ferma i truffatori. Anap Confartigianato lancia un nuovo allarme per un tentativo di raggiro che si concretizza con telefonate ad anziani soli, in cui i malfattori si fingono addetti di compagnie elettriche o addirittura del Governo, chiedendo Iban e dati personali per versare un rimborso di 90 euro per il Covid, rimborso che poi non arriverà mai. Altri casi segnalati riguardano gli over 80 che hanno avuto la somministrazione della prima dose di vaccino.

L'allarme arriva dalle Marche, in cui i truffatori - soprattutto donne - si presentano alla porta fingendosi operatrici sanitarie per verificare le condizioni di salute ed eventuali effetti collaterali legati alla prima dose del vaccino. Una volta introdotte in casa, con la scusa di usufruire del bagno, frugano nei cassetti, rubando denaro e oggetti di valore. Temendo che questa modalità possa essere replicata anche su altri territori, Anap Confartigianato Forlì ha avvisato i propri associati. In particolare si invitano gli anziani "a non aprire e chiamare le forze dell'ordine, qualora qualche finto operatore si dovesse presentare per verificare il loro stato di salute post vaccino".

Come ripetono i vertici Anap "in questi casi, non bisogna mai vergognarsi e contattare immediatamente, anche se non si è "caduti" nella truffa, le forze dellordine. Solo in questo modo, il fenomeno tanto odiato può essere combattuto." Anap Confartigianato, ha da sempre voluto sensibilizzare la fascia della popolazione più debole, gli anziani, attraverso una propria campagna nazionale "Più Sicuri Insieme" assieme al Ministero dell'Interno, il Dipartimento della Pubblica Sicurezza - Direzione Centrale della Polizia Criminale, con il contributo della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri e del Corpo della Guardia di Finanza.

L'Associazione anziani e pensionati con i propri gruppi territoriali, ha avuto modo, grazie a questa campagna, di attraversare l'intero territorio nazionale più volte negli anni, sensibilizzando la popolazione stessa con materiale informativo e convegni, ribadendo il prezioso concetto di denunciare sempre e di non chiudersi in se stessi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai falsi rimborsi ai controlli post vaccino: la pandemia non ferma i truffatori

ForlìToday è in caricamento