menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla Fiorita dei bambini ai lumini nelle case la sera della Vigilia: Forlì festeggia la Madonna del Fuoco

L’evento più atteso in preparazione alla festa rimane la Fiorita dei Bambini in programma domenica

E’ tutto pronto per la Festa patronale della Madonna del Fuoco del 4 febbraio. Dal programma del grande evento religioso, originato dal rogo che, nella notte fra il 4 e il 5 febbraio 1428, ridusse in cenere la scuola - abitazione del maestro Lombardino da Riopetroso, posta sull’attuale via Cobelli, risparmiando incredibilmente solo l’icona mariana, spiccano alcune iniziative di grande suggestione. Se venerdì 31 gennaio, alle 18.15, la scena devozionale sarà animata dalla famiglia salesiana in occasione della festa del fondatore San Giovanni Bosco, alle 20.30, nella chiesa di San Biagio, prenderà il via la Veglia dei Giovani.

"Cari ragazzi e ragazze - dichiara il vescovo di Forlì Bertinoro monsignor Livio Corazza in un video diffuso sul sito diocesano e sui social - mi faccio portavoce di Maria Madre del Fuoco, per invitarvi all’incontro che venerdì partirà dalla chiesa di San Biagio: ci saranno testimonianze ed inni alla vita, di cui abbiamo davvero tanto bisogno. Ci troveremo a pregare insieme la Madonna in Cattedrale, per poi chiudere insieme la serata con cioccolata calda per tutti: vi aspetto numerosi".

L’evento più atteso in preparazione alla festa rimane la Fiorita dei Bambini in programma domenica 2 febbraio, con ritrovo alle 15 a San Mercuriale. Avviata nei primi anni ’80 del XX secolo dal sacerdote forlivese don Francesco Ricci, coinvolgerà centinaia di persone, bambini con le loro famiglie, associazioni, parrocchie e scuole. I partecipanti, seguendo lo striscione con il tema di quest’anno "Madre della vita, donaci Gesù", usciti da San Mercuriale andranno in processione lungo piazza Saffi, per poi percorrere corso Garibaldi e raggiungere piazza del Duomo.

L’apice del pellegrinaggio è rappresentato dalla sosta davanti alla colonna della Madonna del Fuoco, dove l’8 maggio 1986, durante la Fiorita organizzata nel giorno della sua storica visita a Forlì, si fermò in preghiera anche Papa Giovanni Paolo II: i bimbi presenti recheranno in omaggio alla Patrona fiori e disegni, che rimarranno affissi alla cancellata. Sarà presente anche una squadra di pompieri, che porterà un omaggio floreale alla statua posta in cima alla stele mariana. La Fiorita si concluderà in Cattedrale con la preghiera assieme al vescovo Livio: i bambini riceveranno un lumino da accendere alla finestra delle proprie case la sera della vigilia, ma saranno anche invitati a lasciare un’offerta per aiutare i troppi coetanei accolti negli ospedali della Siria, a causa della guerra in corso da ormai 8 anni.

Le celebrazioni solenni in onore della Madre celeste dei forlivesi, si apriranno lunedì 3 febbraio, alle 17.30, con i primi vespri e il canto delle litanie, cui seguirà, alle 18.30, la messa presieduta dal vescovo Corazza. Come da tradizione, al tramonto la città si colorerà dei tanti lumini accesi ai davanzali delle finestre, a ricordo del prodigio occorso quella gelida notte di 592 anni fa. Martedì 4 febbraio, nel santuario seicentesco in Duomo dedicato alla Madonna del Fuoco, sono previste celebrazioni eucaristiche a tutte le ore, in un arco temporale che va dalla messa delle 6 per i più mattinieri, all’ultima funzione prevista per le 19.30. Se alle 8.30 presiederà la liturgia il vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri, alle 9.45 sarà la volta di monsignor Lino Pizzi, pastore emerito di Forlì-Bertinoro.

Alle 11 solenne pontificale presieduto da monsignor Corazza, animato dai cori della Diocesi, con diretta sull’emittente Teleromagna e la partecipazione del sindaco di Forlì Gian Luca Zattini. Per rendere omaggio alla Madonna del Fuoco giungerà anche una delegazione dei salinari di Cervia, nel pieno rispetto di una tradizione sorta nel XVII secolo. Saranno celebrate Messe anche alle 18 e alle 19.30, quest’ultima presieduta da mons. Mario Toso, vescovo di Faenza-Modigliana. Per tutta la giornata, davanti alla Cattedrale sarà allestito un banco a cura dell’Ufficio diocesano per le comunicazioni sociali. Sempre il 4 febbraio sarà riproposta la manifestazione benefica non competitiva Urbanightrail, che esordirà dal chiostro di San Mercuriale alle 18.30 (camminata) e 19.30 (corsa).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento