menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla Regione linee guda una sana e sicura alimentazione a scuola

La Giunta regionale nei giorni scorsi ha approvato le linee guida per una sana e sicura alimentazione a scuola

La Giunta regionale nei giorni scorsi ha approvato le linee guida per una sana e sicura alimentazione a scuola. Ha definito cioè gli standard nutrizionali per le scuole dell’Emilia-Romagna, sia per la ristorazione (servizio mensa), sia per i distributori automatici di alimenti (compresi i servizi bar).

"L’obiettivo – dichiara il consigliere regionale Tiziano Alessandrini – è quello di migliorare la qualità e la sicurezza degli alimenti e delle bevande somministrati nelle scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado e ridurre la diffusione di alimenti e bevande non salutari e favorire nel contempo  un equilibrato apporto nutrizionale. Inoltre, sono stati definiti anche strumenti per la valutazione ed il controllo sulla qualità e sulla sicurezza".

"In questo modo viene promossa l’applicazione di standard nutrizionali in tutto il territorio dell'Emilia-Romagna: dalla ripartizione calorica dei pasti ai principali nutrienti, dalla quantità in grammi per ogni porzione, alla frequenza dei singoli alimenti dal pranzo alla merenda - continua Alessandrini -. Standard nutrizionali anche rispetto ai distributori automatici: da un lato per i consumatori  allo scopo di orientarli verso scelte alimentari più sane (meglio frutta e verdura dei prodotti ad alto contenuto di oli vegetali); dall'altro per coloro che curano l'offerta alimentare dei distributori automatici a cui è chiesto, per esempio, di privilegiare prodotti che riportano l’etichettatura nutrizionale o di posizionare all’interno del distributori i prodotti raccomandati seguendo modalità che ne favoriscano la scelta da parte del consumatore (l'acqua, ad esempio, rispetto alle bevande a più alto contenuto calorico, è preferibile sia posta all'altezza degli occhi)".

"Si tratta di una scelta particolarmente importante, a parere del consigliere Alessandrini, perché oramai anche il nostro Paese e la nostra Regione si sono uniformati ad un consumo alimentare sbagliato, che porta una parte di popolazione sempre maggiore, anche in età infantile e adolescenziale, ad avere problemi di sovrappeso, generando così seri rischi per il benessere psicofisico e la salute delle persone", conclude il consigliere regionale del Pd.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento