rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Alluvione e danni

Moduli per i rimborsi danni causati dall'alluvione: ennesima fake news in circolazione

Dal sindaco di Castrocaro Terme e Terra del Sole, Francesco Billi, il monito a fare attenzione alle false telefonate che invitano ad abbandonare casa adducendo motivi quali muffe nocive nell'acqua o altre menzogne

L'ennesima fake news. L'ultima in ordine cronologico riguarda la compilazione di un modulo per il risarcimento dei danni causati dall’alluvione. "Al momento non ci sono indicazioni certe sulle modalità di rimborso - rimarca il Comune di Forlì -. Sia per abitazioni private che per imprese, la sola cosa da fare, in questa fase, è documentare il più possibile con foto e video. Appena verremo a conoscenza delle modalità ufficiali per ottenere un rimborso sicuro dalle autorità competenti, lo renderemo noto attraverso i canali ufficiali del Comune".

Ma non è l'unica. Dal sindaco di Castrocaro Terme e Terra del Sole, Francesco Billi, il monito a fare attenzione alle false telefonate che invitano ad abbandonare casa adducendo motivi quali muffe nocive nell'acqua o altre menzogne. Bisogna ivolgersi sempre alle forze dell'ordine e alle autorità competenti per ottenere informazioni corrette e segnalare questi atti ignobili di disinformazione", viene rimarcato.

Ed Hera desidera mettere in guardia i propri clienti e ricordare alcune informazioni utili a tutela della loro sicurezza. "Si precisa innanzitutto che gli operatori della multiutility sono sempre identificabili dalla divisa e dal tesserino di riconoscimento e non sono incaricati a intervenire sugli impianti privati, tranne nei casi di sostituzione, manutenzione o lettura dei contatori quando posizionati all’interno dell’abitazione - viene ricordato -. Questo vale anche per le società terze che svolgono tale servizio per conto di Hera. Pertanto, qualora qualcuno si presentasse autonomamente a domicilio per la verifica dei sistemi idraulici, elettrici o del gas all’interno delle abitazioni, non può trattarsi di un operatore del Gruppo".

"In nessuna circostanza si possono effettuare incassi o rimborsi di denaro. Inoltre mai alcun operatore è stato incaricato da Hera della vendita di apparecchiature relative agli impianti interni del gas o per la sicurezza domestica - viene precisato -. Hera invita in ogni caso a segnalare direttamente i casi sospetti al proprio Servizio Clienti (800.999.500 per le utenze domestiche, 800.999.700 per le utenze non domestiche, entrambi gratuiti sia da fisso che da cellulare), attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e al sabato dalle 8 alle 18 e alle autorità competenti chiamando il 112 o il 113".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moduli per i rimborsi danni causati dall'alluvione: ennesima fake news in circolazione

ForlìToday è in caricamento