menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Danni degli inceneritori sui cittadini", una conferenza pubblica al Foro Boario

Questa iniziativa è nata a seguito della positiva reazione di tante mamme e genitori di bambini che frequentano le scuole forlivesi in seguito ad una "lettera aperta" che una attivista del Forum ha dedicato al problema dell'incenerimento dei rifiuti

“Tutto quello che avreste voluto sapere sugli inceneritori di rifiuti ma che nessuno vi ha mai detto”. Questo il titolo della conferenza pubblica che si svolgerà venerdì prossimo alle 20.30 nella Sala del Foro Boario di Forlì. Il "Forum No Inceneritori Forlì - Romagna" torna a incontrare la gente comune e in particolare le famiglie con figli piccoli per spiegare “i danni che i due inceneritori di Forlì provocano ai cittadini. Danni alla salute pubblica, all'ambiente e alle tasche dei contribuenti”.

Questa iniziativa è nata a seguito della positiva reazione di tante mamme e genitori di bambini che frequentano le scuole forlivesi in seguito ad una “lettera aperta” che una attivista del Forum ha dedicato al problema dell’incenerimento dei rifiuti. La conferenza sarà l’occasione per presentare dati tecnici degli impianti di incenerimento, relazionerà Alberto Conti, presidente del WWF Forlì-Cesena, coadiuvato da Enzo Annino. Gli effetti sulla salute pubblica e in particolare le nuove patologie sui bambini che provoca l’incenerimento dei rifiuti verranno spiegati da Annalena Saletti, pediatra dell’Associazione Medici per l’Ambiente. La conferenza offrirà anche informazioni sulle iniziative svolte, sugli aggiornamenti delle azioni messe in campo e su quelle di prossima realizzazione.

Il coordinamento dei comitati ambientalisti romagnoli contro gli inceneritori di rifiuti, nato e cresciute "in rete” sui social network, dopo un paio di riuscite manifestazioni pubbliche, è diventato il punto di confronto, protesta e proposta di associazioni territoriali non più solo forlivese ma anche riminese e ravennate. Ad oggi aderiscono al confronto on-line e con incontri settimanali "dal vivo” le rappresentanze del “tavolo della associazioni ambientaliste di Forlì” (dal WWF al Clan-Destino, dagli Amici della Bicicletta ad Italia Nostra),il Comitato di quartiere di Coriano, l’Associazione Ambiente & Salute di Riccione, il WWF di Rimini, i comitati territoriali riminesi “Sant’Andrea Besanigo”, “Cerasolo Ausa”, “Santa Giustina” , Legambiente di santarcangelo, il “gruppo d’acquisto solidale RIGAS” oltre al "Comitato CIF Contro gli Inceneritori Faenza” e il "Comitato No Matrix" di Conselice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento