"Dante. Totà la Cumégia", sul sagrato di San Mercuriale la maratona di lettura dell'intera "Divina Commedia"

In tre anni, oltre 400 cantori si sono alternati nella lettura dei canti della “Divina Commedia” con un crescente coinvolgimento dei più giovani e degli studenti delle scuole primarie e secondarie

Sabato lo spazio sotto il campanile dell’Abbazia di San Mercuriale ha ospitato "Dante. Totà la Cumégia", la quarta edizione della maratona di lettura dell'intera "Divina Commedia". Sin dalla prima edizione la manifestazione dantesca ha incontrato grande interesse e consensi, con un’ottima partecipazione di tutti quei forlivesi che, in tre edizioni, hanno voluto dare voce al grande poema dantesco, facendolo risuonare nei cortili e nelle vie della città mercuriale. In tre anni, oltre 400 cantori si sono alternati nella lettura dei canti della “Divina Commedia” con un crescente coinvolgimento dei più giovani e degli studenti delle scuole primarie e secondarie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quest’anno la quarta edizione della lettura integrale dei cento canti della “Divina Commedia” si è svolta in un’unica giornata. Cantori, tra cui il sindaco Davide Drei, e spettatori si sono tenuti idealmente per mano, fino a tarda sera, per portare a termine una lunga maratona dantesca della durata di circa quindici ore. Il luogo prescelto per la nuova maratona dantesca è stato il sagrato dell’Abbazia di San Mercuriale che, già ai tempi in cui il Sommo Poeta fu ospite della corte di Scarpetta Ordelaffi, vide passare Dante sotto il suo campanile, testimone e narratore di eventi storici della nostra città, sapientemente narrati nella “Divina Commedia”, come il “sanguinoso mucchio” di “Franceschi”, di cui reca memoria la terzina incisa proprio sulla lapide murata alla base del campanile stesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Viene da Malta, ufficializzata la prima compagnia aerea con un aereo con base al "Ridolfi"

  • Coronavirus, tre nuovi tamponi positivi. Un'infermiera colpita per la seconda volta dal virus

  • "Vuole ucciderla", i Carabinieri corrono subito. Picchiava la compagna davanti alla figlioletta, arrestato

  • "Picchiato con calci e pugni": paura sotto la torre dell'orologio, 23enne ferito

  • Apre un nuovo bar-ristorantino a due passi dal Duomo: "Scommetto sul centro, è l'ora del coraggio"

Torna su
ForlìToday è in caricamento