rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Si continua a morire sul lavoro, 3 lenzuoli bianchi nel 2014: ma gli infortuni calano

In Emilia Romagna gli infortuni sono stati 54720, in flessione del 2,93%. Nella provincia di Forlì-Cesena i casi sono stati 4.784, per una diminuzione del 5,54%, mentre i morti sono stati tre

Anche a Forlì si è celebrata la 65esima Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro. Con il èatrocinio del Comune di Forlì, la Sezione Anmil provinciale ha partecipato ad una messa in memoria dei Caduti sul lavoro nella Chiesa del Suffragio, corso della Repubblica, al termine della quale è seguita la deposizione di corone commemorative alla lapide posta all’ingresso del Municipio. E' seguita la cerimonia civile, alla presenza del consigliere nazionale Anmil Luca Chiadini, che ha fatto il punto del fenomeno infortunistico stando agli ultimi dati provvisori Inail disponibili relativi ai primi otto mesi dell'anno.

Si è registrato, ha evidenziato Chiadini, "un significativo aumento dei casi mortali passati da 652 nei primi 8 mesi del 2014 a 752 nel 2015 (+15%) mentre per quanto riguarda gli infortuni rallenta il calo registrato negli ultimi anni e, nel confronto tra il primo gennaio e il 31 agosto e lo stesso periodo del 2014, la flessione è stato solo -4,1% con 410.000 denunce quest’anno". In Emilia Romagna gli infortuni sono stati 54720, in flessione del 2,93%. Nella provincia di Forlì-Cesena i casi sono stati 4.784, per una diminuzione del 5,54%, mentre i morti sono stati tre. A livello regionale sono aumentate le malattie professionali denunciate (39.412, +2,5%), mentre a Forlì-Cesena si è registrata una flessione del 13,27%.

65esima Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si continua a morire sul lavoro, 3 lenzuoli bianchi nel 2014: ma gli infortuni calano

ForlìToday è in caricamento