menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le iscrizioni ai licei superano quelle degli istituti tecnici: saranno oltre 4mila gli studenti delle superiori sui banchi

Dal confronto del numero di iscrizioni per ordine di scuola emerge un boom di iscrizioni per le superiori del 7,2% (+275)

Saranno oltre 10.722, dato aggiornato al 3 febbraio e che ancora non tiene conto degli inserimenti delle domande presentate da alcune famiglie in formato cartaceo, gli studenti che siederanno sui banchi nell'anno scolastico 2020-2021 nel territorio provinciale di Forlì-Cesena. Saranno 3130 i bimbi che frequenteranno l'elementare, mentre 3523 saranno gli alunni delle medie e 4069 i giovani delle superiori. Rispetto al precedente anno scolastico, quello ancora in corso, si è registrata una crescita nelle iscrizioni del 2,1% (+224 studenti). E dal confronto del numero di iscrizioni per ordine di scuola emerge un boom di iscrizioni per le superiori del 7,2% (+275). Esaminando le scelte dei ragazzi, al primo posto si confermano i licei con 1838 iscritti, mentre in 1624 hanno preferito un indirizzo tecnico e in 607 quello professionale.

"Nel presentare i dati delle iscrizioni alla data odierna occorre rammentare che non si tratta di dati definitivi. Sono in corso, infatti, gli inserimenti delle domande presentate in cartaceo. Gli andamenti sono comunque chiari: anche quest’anno, gli studenti della nostra regione - afferma il direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, Stefano Versari, commentando i dati regionali - dimostrano interesse particolare per gli Istituti tecnici e professionali; istituti che, dopo cinque anni, permettono agli studenti di offrirsi con profitto al mercato del lavoro o di proseguire gli studi nei percorsi biennali di Istruzione tecnica superiore (ITS) oppure nei percorsi universitari".

"Sono circa il 47% gli studenti che hanno scelto i Licei e il 53% quelli che hanno scelto l’istruzione tecnica (37%) e professionale (16%). La scelta degli studenti e delle loro famiglie è delicata ed importante. Ha richiesto la valutazione delle aspirazioni e degli interessi a livello scolastico ed extra scolastico. Confido siano stati evitati diffusi condizionamenti sociali che portano a sottovalutare l’importanza e le molte opportunità lavorative offerte in Emilia-Romagna dall’istruzione tecnica e professionale. L’iscrizione alla scuola secondaria di 2 grado costituisce una scelta strategica, l’inizio di un progetto di vita che dovrà progressivamente confrontarsi con la realtà del proprio essere e del contesto di vita. Ci sarà tempo, quando i dati saranno cristallizzati, per realizzare ulteriori ben più approfondite
riflessioni".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento