rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Turismo

Si rimette in moto la macchina del turismo: boom di pernottamenti a Forlì, l'entroterra ha sempre più appeal

E’ il quadro che emerge sul turismo nel nostro territorio a seguito dei dati pubblicati dalla Regione Emilia Romagna, che ha diffuso i numeri ufficiali da inizio anno al mese di agosto compreso

Si rimette in moto la macchina del turismo anche nel Forlivese, col numero di pernottamenti che fa registrare un balzo significativo rispetto al periodo pre-covid. E’ il quadro che emerge sul turismo nel nostro territorio a seguito dei dati pubblicati dalla Regione Emilia Romagna, che ha diffuso i numeri ufficiali da inizio anno al mese di agosto compreso. Nel bilancio totale, il 2022 sorride ai comuni della provincia, che hanno fatto registrare, con 921.004 presenze (+26,6% sul 2021 e +0,1% sul 2019) e 4.641.658 pernottamenti (+24,9% rispetto allo scorso anno e +0,2% sul 2019).

Il dato della città

Focalizziamoci prima di tutto sulla città capoluogo: nei primi otto mesi dell'anno i turisti che hanno visitato il centro mercuriale sono stati 60.132, 10.521 dei quali provenienti dall'estero, con una crescita rispetto al 2021 del 38,1% (+97,4% esteri), mentre c'è da recuperare ancora un 15,9% sul 2019. Ma è significativa la crescita dei pernottamenti: 154.428, 38.084 dall'esterno, per un'impennata del 47,5% sul 2021 ed un aumento del 4,8% sul 2019. Quindi sempre più persone scelgono Forlì come città base per il riposo, trovandosi praticamente al centro tra la Riviera adriatica e l'Appennino Romagnolo. Ricordiamoci inoltre che l'estate 2022 è stata caratterizzata da un significativo aumento dell'attività aerea all'aeroporto "Ridolfi" di Forlì, con il transito di oltre 31mila passeggeri dal mese di giugno (qui un'analisi completa dell'attività dello scalo di via Seganti). E' il mese di luglio quello che ha visto più turisti in città, con 9.974 visitatori (2.419 stranieri) e 21.927 pernottamenti (6.369 giunti dall'estero). Anche la primavera ha visto il suo flusso di turisti: aprile 8.932 (23.130 pernottamenti), maggio 9.013 (22.097) e giugno 8.660 (20.637). 

Il resto del Forlivese

Turisti in aumento anche nelle località termale di Castrocaro, che ha fatto registrare un +25,4% sul 2021, con 9.569 turisti, 1.389 dei quali stranieri, e 26.936 pernottamenti, con una crescita del 19,2% sull'anno precedente (+91% per quanto riguarda gli arrivi dall'estero), ma ancora sotto del 34% rispetto al 2019. Significativo il dato di Santa Sofia, con 11.474 turisti, 3.688 dei quali solo nel mese di agosto, ed una crescita sul 2021 del 40%. Un dato che è praticamente in superiale rispetto periodo ante-covid, +4,3% sul 2019, segnale che dopo l'epidemia è cambiato il modo di programmare le vacanze, con una particolare preferenza per quanto riguarda il turismo slow e le escursioni nel Parco delle Foreste Casentinesi. I pernottamenti sono stati 32.068, con una crescita del 44% sul 2021 e dell'8,2% sul 2019.

Anche Bertinoro si conferma tra le mete preferite dai vacanzieri, con 11.642 turisti (+53,8% sul 2021 e -33,7% sul 2019) e 33.478 pernottamenti (+49,3% rispetto allo scorso anno, ma -21,8% rispetto al 2019). Gli altri comuni dell'Appennino forlivese sono stati visitati da 8.720 turisti (+3,4% sul 2021 e -7,2% sul 2019), con 25.275 pernottamenti (+6,7% rispetto allo scorso anno e -26,4% sul 2019). Anche i comuni collinari hanno un certo riscontro: 15.149 turisti da gennaio ad agosto, con un aumento del 28,1% sul 2021 e del 20,8% sul 2019. Sagre e attività all'aria aperta insomma attirano sempre di più.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rimette in moto la macchina del turismo: boom di pernottamenti a Forlì, l'entroterra ha sempre più appeal

ForlìToday è in caricamento