menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Più di mille letterine al Babbo Natale in Fiera

Più di mille letterine al Babbo Natale in Fiera. E' partita col piede giusto l'avventura 2012 di Davide Marchetti nelle vesti del Babbo Natale di Padre Pio

Più di mille letterine al Babbo Natale in Fiera. E' partita col piede giusto l'avventura 2012 di Davide Marchetti nelle vesti del Babbo Natale di Padre Pio. L'idraulico forlivese prestato alla solidarietà è stato, infatti, il Babbo Natale ufficiale dell'8° edizione della “Fiera di Natale”, tenutasi il 25 e il 26 novembre scorsi nei padiglioni di via Punta di Ferro a Forlì. Anche quest'anno, nelle due settimane antecedenti la data in cui la tradizione cristiana colloca la nascita di Gesù, Marchetti caricherà di doni la sua vettura, per poi toccare decine di luoghi in tutt'Italia intrisi della sofferenza peggiore, quella dei bambini.

E' un impegno che gestisce con convinzione da 15 anni, aiutato solo dagli amici del Gruppo di Preghiera Padre Pio di Santa Maria del Fiore, da lui fondato una ventina di anni fa. Una delle modalità di autofinanziamento più proficue per Davide, è proprio l'allestimento di stand per la vendita di oggetti natalizi nei luoghi romagnoli di maggior passaggio, a Forlì come a Ravenna, Cervia e Cesena. Sabato e domenica scorsi, oltre a fungere da ospite d'eccezione della kermesse fieristica natalizia allestita a Forlì da “Italia Fiere”, Marchetti ha proposto un proprio banco con articoli della migliore tradizione natalizia: dai presepi in vetro alle luminarie, dagli addobbi dell'albero ai centrini per la casa.

Davide si è messo in posa con barba bianca, berretta e pastrano rossi, per la gioia delle centinaia di bambini che hanno voluto una foto al suo fianco. “Sono rimasto lì per due giorni, dall'alba al tramonto - dichiara l'artigiano - e non ho assolutamente fatto caso al numero di bimbi incontrati con le rispettive famiglie”. Nella serata di domenica, la sorpresa: la direzione annuncia che dalla capace cassetta allestita all'uscita del padiglione della Fiera di Forlì, facevano capolino almeno un migliaio di letterine natalizie. La prossima occasione per vedere all'opera il Babbo Natale di Padre Pio, sarà sabato e domenica, alla manifestazione omologa che “Italia Fiere” allestirà presso il Pala de Andrè di Ravenna.

Assolto anche quell'impegno, Davide avvierà i preparativi per la grande spedizione in Puglia, tesa a portare tanti doni e un sorriso ai troppi bimbi sofferenti ricoverati nelle strutture socio-riabilitative volute da San Pio sul Gargano, lo sperone roccioso che vide la parabola terrena del santo con le stimmate. L'apice emotivo sarà il reparto di oncologia pediatrica dell'ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo. A poche decine di metri dal convento in cui visse Padre Pio da Pietrelcina, il singolare Babbo Natale donerà dalla semplice automobilina vecchio stile alla “playstation” ultimo grido.

“Mille letterine dai bimbi incontrati sabato e domenica in Fiera a Forlì? Non me le aspettavo proprio”. Per Davide sono uno stimolo ad andare avanti, a rifare rotta su luoghi dove, spesso, la vista del Babbo Natale forlivese con in mano il dono richiesto, può generare l'ultimo sorriso in mezzo a tanto dolore. “Scusate, ma ho un impegno”. Molto prosaicamente, il Babbo Natale di Padre Pio deve ancora chiedere le ferie al datore di lavoro, per poi montare le gomme termiche sulla sua renna “station wagon”, carica dei doni più belli per i bimbi più sfortunati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento