Il lato sporco del Natale: dopo le feste rifiuti abbandonati in strada, il tour in centro

Un esempio lo si ha avuto già la mattina di Santo Stefano, sopratutto in centro storico. Nel giovedì di festa non era previsto, come da calendario, il passaggio degli operatori di Alea

Il cenone della vigilia, il pranzo di Natale e gli scarti dei regali sotto l'albero hanno lasciato in eredità a Forlì anche rifiuti, smaltiti in modo non corretto. Un esempio lo si ha avuto già la mattina di Santo Stefano, sopratutto in centro storico. Nel giovedì di festa non era previsto, come da calendario, il passaggio degli operatori di Alea. Evidentemente in molti non hanno ancora capito come funziona il sistema di raccolta differenziata porta a porta. Facendo un tour, è possibile imbattersi in scarti natalizi accumulati alla meglio fuori le abitazioni o a ridosso dei cestini. Immondizia accumulata che poteva invece essere smaltita correttamente.

Un esempio di degrado lo si è visto in viale Salinatore, all'angolo con via Antonio Mambelli, dove, oltre ad un sacchetto della spazzatura gettato accanto alla campana del vetro, fa bella mostra di sè un antico mobile. E poi una lunga distesa di bidoncini gialli, con tanto di sacchi neri accanto e scatoloni, piazzati sui marciapiedi, a riprova di una mancata conoscenza del programma di raccolta. Rifiuti abbandonati anche in Corso Garibaldi e via Marsala. Anche in questo caso scatoloni, buste di negozi di giocattoli, confezioni e carta regali strappata. Non proprio il regalo che si attendeva da Babbo Natale.

COME DIFFERENZIARE I RIFIUTI: SCARICA IL DIZIONARIO DI ALEA AMBIENTE

In centro storico, venerdì 27 si procederà alla raccolta del secco e della carta, mentre sabato 28 e lunedì 30 dicembre a quella dell'umido in centro storico. "Ciò significa che gli operatori di Alea ambiente passeranno nelle serate di venerdì 27 dicembre e domenica 29 dicembre, come previsto dal calendario annuale, in quanto il servizio di prelievo e svuotamento dei bidoncini è notturno, a partire dalle ore 21,30 - aveva ricordato nei giorni scorsi l'assessore all'Ambiente, Giuseppe Petetta -. Tuttavia, per andare incontro alle richieste più che legittime di tutti i residenti del centro storico forlivese, rimane attivo il servizio di Ecobus che raccoglie le stesse tipologie di rifiuti normalmente prelevate durante la notte, di giorno con orari pomeridiani e in tarda sera: per l'umido e plastica in particolare la camionetta di Alea passerà ogni lunedì, giovedì e sabato. Giovedì di Santo Stefano invece, essendo un giorno di festa, il servizio non è previsto". Il 31 dicembre ci sarà invece la raccolta del secco e della carta.

SCARICA L'ECO-CALENDARIO
ZONA A e B (partenza 7 gennaio)
CENTRO STORICO (partenza 5 febbraio)
ZONA C e D (partenza 5 febbraio)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna allenta le restrizioni: centri commerciali chiusi nei weekend. Negozi riaperti la domenica

Torna su
ForlìToday è in caricamento