rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca Zona Stazione / Via Guido Bonali

Zona Portici, il grido d'allarme di un residente in via Bonali: "Prostituzione, tossici e maleducazione"

Degrado in via Guido Bonali, dietro al centro commerciale I Portici di Forlì, zona ex Mangelli. La segnalazione: "La situazione preoccupante. I residenti sono esausti ed arrabbiati".

Prostitute, tossici, ma anche senza fissa dimora e giovani maleducati. A tracciare la fotografia dello stato dell'area residenziale dove è presente il centro commerciale "I Portici" è una segnalazione giunta a ForliToday. "Dopo l'apertura del parco adiacente ai condomini - informa il lettore - non si vive più. C'è di tutto e di più: prostitute, tossici, barboni, alcolizzati, ma anche bambini maleducati. Tutto questo succede sotto le terrazze dei palazzi".

Secondo quanto riportato dalla testimonianza, ad amplificare i problemi di sicurezza è come stata concepita l'area. "Chiunque puo' liberamente fare quel che vuole. I maleducati urinano e defecano a qualsiasi ora del giorno nelle grate che costeggiano i condomini. Il tutto va tutto sotto nei box". Ma non solo: "atti osceni in luogo pubblico, barboni che si infilano sotto di notte a dormire, mangiare, sporcare e ungere. E' uno schifo".

Il lettore parla anche di bambini e ragazzi delle vicine case popolari "che giocano a pallone fino all'una di notte disturbando, creando liti continue con persone che escono nei terrazzi ad urlare perchè giustamente alla mattina seguente devono andare a lavorare". "I condomini residenti di via Guido Bonali - conclude la segnalazione - sono stanchi di questa orrenda situazione voluta anche dal Comune di Forlì e da chi ha studiato i lavori del parco. Per finire voglio fare i complimenti a chi ha pensato di fare quella enorme scala in marmo bianco che quando la gente è seduta in alto all'ultimo scalino, arrivano alla pari dei terrazzi del primo piano dei condomini, guardandoti in casa. Non c'è piu' privacy".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona Portici, il grido d'allarme di un residente in via Bonali: "Prostituzione, tossici e maleducazione"

ForlìToday è in caricamento