rotate-mobile
Cronaca Meldola

Dalla Cina quattro medici cinesi in visita all'Irst di Meldola

L’obiettivo della missione cinese (verificare la fattibilità di avviare progetti che mirino a realizzare concrete partnership che portino a condividere competenze in ambiti terapeutici avanzati) sia stato centrato

Uno scambio di “saperi” internazionali è quello avvenuto martedì all’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori Irst Irccs tra le direzioni e alcuni professionisti del centro oncologico e una delegazione di medici e tecnici cinesi. Il gruppo di qualificati professionisti inviato dal governo cinese (tre oncologi dell’Hunan Cancer Hospital, principale ente sanitario dell’omonima provincia; un territorio popolato da ben 68 milioni di abitanti) arrivato in Romagna domenica scorsa, grazie al fondamentale contributo dell’Istituto Oncologico Romagnolo, si è trattenuto fino a giovedì per visitare ciò che il nostro territorio può offrire in termini di eccellenza sanitaria. In particolare, dopo aver fatto tappa all’Unità Operativa della Chirurgia della spalla e del gomito guidata dal dott. Giuseppe Porcellini presso l’Ospedale “Cervesi” di Cattolica, martedì si è recata all’Irst.

Accolti dal direttore generale Marcello Tonini, dal direttore sanitario Mattia Altini e dal direttore scientifico Dino Amadori, oltre che dai vertici dell'Istituto Oncologico Romagnolo (Fabrizio Miserocchi e Mario Pretolani) e dal sindaco di Meldola, Gian Luca Zattini, nel corso di una giornata particolarmente intensa, ai colleghi cinesi sono state illustrate le principali attività dell’Istituto; in particolare è stata posta attenzione sulla ricerca traslazionale. Ai quattro delegati sono stati illustrati alcuni dei settori “di punta” dell’Istituto, quali le terapie cellulari somatiche (dott. Massimo Guidoboni), la radioterapia e protocolli innovativi (Antonino Romeo) e le attività della Medicina Radiometabolica da parte del dott. Giovanni Paganelli.

A conclusione della visita, constatato l’interesse degli ospiti, si può dire che l’obiettivo della missione cinese (verificare la fattibilità di avviare progetti che mirino a realizzare concrete partnership che portino a condividere competenze in ambiti terapeutici avanzati) sia stato centrato. Le due parti hanno, infatti, concordato di continuare nel percorso di reciproca conoscenza così da poter, ad inizio 2015, appurata la fattibilità, stilare un progetto strutturato su formazione, scambio di know-how, comuni linee di ricerca e studi epidemiologici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Cina quattro medici cinesi in visita all'Irst di Meldola

ForlìToday è in caricamento