Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Trova la porta di casa forzata: tra gli inquilini indesiderati anche una forlivese

Una 20enne forlivese, residente a Faenza, è stata denunciata a piede libero

Insieme ad un trentenne marocchino ha occupato un'abitazione. Una 20enne forlivese, residente a Faenza, è stata denunciata a piede libero insieme all'extracomunitario con l'accusa di invasione di terreni o edifici e danneggiamento aggravato. Gli agenti del Commissariato manfredo sono intervenuti a seguito alla richiesta del proprietario di un appartamento, il quale ha riferito di averlo ceduto in affitto ad un marocchino, ma che era di fatto occupato da altre persone.

L'uomo avrebbe raccontato alla Polizia che, non ricevendo più il pagamento dell'affitto dal giugno dello scorso, aveva intrapreso tramite il proprio avvocato la procedura di sfratto. Già un mese prima lo stesso faentino aveva richiesto l’intervento delle forze dell’ordine, intervenute insieme alla Polizia Municipale, che avevano effettuato un controllo nell'abitazione constatando la presenza di un altro marocchino che avrebbe sostenuto di pagare un sub-affitto a un connazionale e di avere quindi tutto il diritto di usufruire della casa.

Il proprietario avrebbe inoltre dichiarato di aver ricevuto dall’amministratore condominiale un verbale nel quale veniva riferito che erano stati effettuati ulteriori sopralluoghi nell’appartamento da parte della Polizia Municipale, durante i quali non era però stata rilevata la presenza di persone. Una decina di giorni dopo, informato dai condomini che la porta del suo appartamento era forzata e senza serratura, l’uomo si è recato nuovamente sul posto, verificando i danni all'ingresso e chiedendo nuovamente l’intervento della Polizia. Sul posto, i poliziotti sono entrati nell’appartamento aperto, dove hanno trovato un 30enne marocchino, domiciliato a Faenza ma irregolare sul territorio nazionale, e una 20enne italiana, originaria di Forlì ma residente a Faenza.

Gli agenti hanno quindi invitato le due persone a raccogliere i loro effetti personali e a seguirli negli Uffici del Commissariato per essere identificati. Dopo gli accertamenti del caso, durante i quali i due non sarebbero riusciti a fornire idonee argomentazioni in merito alla loro presenza in quell’abitazione, l’uomo e la donna sono stati denunciati in concorso tra loro per i reati di invasione di terreni o edifici e danneggiamento aggravato. Il 30enne, essendo in posizione di irregolarità sul territorio nazionale, è stato inoltre denunciato per il reato di ingresso e soggiorno illegale. Il proprietario faentino è così riuscito a tornare in pieno possesso del suo appartamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trova la porta di casa forzata: tra gli inquilini indesiderati anche una forlivese

ForlìToday è in caricamento