Cronaca

Derubati al Parco Incontro mentre giocano a basket: tris di minori nella rete della Polizia

Tre minorenni, un tunisino di 16 anni e due gemelli italiani di 17, sono stati denunciati a piede libero con l'accusa di furto in concorso

Sono accusati di aver derubato un gruppetto di ragazzini che stavano giocando a basket. Tre minorenni, un tunisino di 16 anni e due gemelli italiani di 17, sono stati denunciati a piede libero con l'accusa di furto in concorso. L'episodio in questione risale al 19 aprile scorso al Parco Incontro di Forlì. Secondo quanto ricostruito dagli agenti delle Volanti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Polizia di Stato, le vittime avevano appoggiato gli zainetti contenenti effetti personali su una panchina al fianco del campetto.

Mentre la palla a spicchi finiva a canestro, qualcuno ha pensato di rovinare il pomeriggio di spensieratezza, portando via gli effetti personali (tra la refurtiva anche due telefonini, di cui un Iphone, ed accessori). Sbollita la rabbia, i malcapitati hanno indicato ai genitori chi potesse averli derubati, avendo notato alcuni giovani che si aggiravano poco prima con fare sospettoso. In fase di denuncia in Questura, i familiari hanno indicato i possibili autori.

Subito si sono attivati gli agenti delle Volanti, elaborando anche un book fotografico per il riconoscimento. Attraverso le immagini le vittime hanno riconosciuto i possibili responsabili del furto. Due giorni più tardi uno dei derubati ha segnalato la presenza di uno dei sospettati nei pressi del giardino di via Curiel, cominciando a seguirlo a distanza ed allertando contemporaneamente la Polizia. All'arrivo delle pattuglie, l'individuo ha cercato di darsi alla fuga in bici, venendo bloccato poco più avanti dopo aver opposto resistenza.

Con se aveva l'Iphone di una delle vittime, di cui aveva già cambiato l'intestazione, mentre la successiva perquisizione, autorizzata dalla magistratura, si è conclusa con un nulla di fatto. Individuati anche i complici, due gemelli di 17 anni, trovati con casse acustiche poi restituite al proprietario. Il resto della refurtiva era stata invece abbandonata probabilmente dopo il furto stesso tra i cespugli del Parco Incontro, tra cui anche l'altro telefonino, privo della scheda sim. Il terzetto è stato quindi denunciato per furto in concorso, mentre il 16enne è stato deferito anche per resistenza a pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derubati al Parco Incontro mentre giocano a basket: tris di minori nella rete della Polizia

ForlìToday è in caricamento