Per i detenuti una nuova opprtunità ecologica sui rifiuti elettronici

L'obiettivo del progetto "RAEE in Carcere" è quello di promuovere l'inclusione socio-lavorativa di persone svantaggiate in esecuzione penale o reduci al carcere, per le quali si rende necessario un accompagnamento competente

L’obiettivo del progetto “RAEE in Carcere” è quello di promuovere l’inclusione socio-lavorativa di persone svantaggiate in esecuzione penale o reduci al carcere, per le quali si rende necessario un accompagnamento competente e in raccordo con il territorio, che ne favorisca il pieno rientro nella legalità e nella vita civile della comunità. Per questo, in collaborazione con le istituzioni, il progetto promuove il coinvolgimento attivo dell’economia sociale e l’alleanza con il sistema profit territoriale, a sostegno della continuità delle iniziative e della valorizzazione dell’impegno sociale delle imprese.

La partnership intende oggi consolidare il percorso già avviato, rinnovando l’accordo tra Provincia Forlì-Cesena (ambiente, formazione, politiche sociali), Comune di Forlì, Direzione Casa Circondariale, Direzione Ufficio Esecuzione Penale Esterna, Ufficio Scolastico Provinciale di Forlì-Cesena, Direzione Provinciale del Lavoro, Ausl di Forlì e di Cesena, Consigliera di Parità, Techne Scpa Forlì-Cesena, Hera S.p.A., Consorzio RAEE ECOLIGHT, Centro Servizi RAEE, coop Sociale Gulliver, CCLG Spa, Cna Forlì-Cesena, Legacoop Forlì- Cesena, Confcooperative Forlì-Cesena

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con l'accordo si vuole dare effettivo avvio alla realizzazione del laboratorio di trattamento RAEE sul territorio di Forlì, creando così nuove opportunità di lavoro stabili per persone in esecuzione penale, e la crescita qualitativa e quantitativa degli inserimenti lavorativi e occupazionali. Nel carcere di Forlì ci sono ad ora 155 detenuti, 45 con pena definitiva e 110 in custodia cautelare.

La lavorazione del rifiuto elettrico/elettronico consiste nello “smontaggio” del rifiuto con ausilio di attrezzi manuali o pneumatici; registrazione dei rifiuti in entrata, stoccaggio, imballaggio, separazione dei materiali smontati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio nella zona industriale, un nuvolone nero altissimo preoccupa i forlivesi

  • La vita ai tempi del Coronavirus - Una dipendente di un market spiega tutti i comportamenti sbagliati dei clienti

  • Il coronavirus continua ad uccidere nel Forlivese. Quasi mille contagiati in provincia

  • Coronavirus, nuova impennata di casi in provincia: +95 in 24 ore. E Forlì registra un'altra vittima

  • Coronavirus, superati i mille contagiati in provincia: altri due decessi nel Forlivese. Crescono i guariti

  • Coronavirus, ancora morti nel Forlivese: tre vittime nelle ultime 24 ore. Oltre 900 casi in provincia

Torna su
ForlìToday è in caricamento