Diabete Romagna, aiuti per oltre 44mila euro: in 1.720 persone hanno scelto di destinare il 5x1000

Sono 1.720 le persone che hanno scelto di destinare il loro 5x1000 a favore di Diabete Romagna la cui attività in questi mesi di emergenza Covid-19 non solo non si è fermata, ma si è resa ancor più necessaria

44.602,37 euro provenienti dal 5x1000 aiuteranno adulti e bambini con diabete a superare gli ostacoli che impone questa malattia subdola e per la quale non esiste guarigione, grazie al sostegno dei progetti dell’associazione Diabete Romagna che opera nel territorio romagnolo integrando quanto offerto dal Servizio Sanitario Nazionale. Sono 1.720 le persone che hanno scelto di destinare il loro 5x1000 a favore di Diabete Romagna la cui attività in questi mesi di emergenza Covid-19 non solo non si è fermata, ma si è resa ancor più necessaria. La vita di una persona con diabete è un’eterna lotta nella gestione della glicemia che il corpo da solo non riesce più a regolare in maniera autonoma ed è un sistema estremamente delicato. Il diabete, quando non gestito in maniera corretta, provoca gravi complicanze a carattere sistemico e le persone con diabete, secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, sono tra quelle più a rischio di complicanze in seguito a infezione da Covid-19.

Quando si parla di diabete si parla di pandemia, sono 5 milioni le persone che ne soffrono in Italia e si ipotizza siano 1 milione le persone con diabete che non sono a conoscenza di soffrirne. “Spesso ci sentiamo dire che il diabete non fa notizia, non lo faceva prima di quest' emergenza Covid-19, non lo ha fatto durante quest' emergenza Covid-19 e probabilmente non lo farà dopo quest' emergenza Covid-19 - esordisce il presidente Pierre Cignani -.Ma fa notizia per noi che ne soffriamo, per le nostre famiglie, per i nostri sostenitori e per le 1.720 persone che nel 2019 hanno scelto di destinare il loro 5x1000 a favore di Diabete Romagna. Per questo vogliamo lanciare un appello ai 1.720 che hanno scelto di destinare il loro 5x1000 ai nostri progetti e ringraziarli uno ad uno. Dall’Agenzia delle Entrate infatti non è possibile sapere chi ha scelto di sostenerci e per questo abbiamo lanciato la campagna “una firma un volto”. Vorremmo raccogliere in un grande album tutti i volti delle persone che non ci lasciano soli a affrontare la malattia e invitiamo le 1.720 persone a mandarci una mail a info@diabeteromagna.it o a chiamarci o scriverci al 388 161 3262".

Chi ha il diabete non grida al mondo il senso di impotenza che vive per non riuscire a tenere sotto controllo la glicemia. Perché se la glicemia non è sotto controllo, e se hai il diabete il tuo corpo non la regola più in maniera autonoma, semplicemente non puoi vivere. E l’impegno che in ogni istante della tua vita il diabete chiede può essere soffocante. Per una persona con diabete, anche se affetta da altre patologie, è il diabete che viene prima di tutto, perché solo quando la glicemia è sotto controllo l’organismo riesce ad affrontare il resto. "Sono 78.000 - prosegue Cignani - le persone con diabete in Romagna e 25.93 euro è la donazione media del 5X1000, se ogni persona con diabete destinasse il proprio 5x1000 a Diabete Romagna avremmo a disposizione dei nostri progetti 2.022.540 euro e potremmo dare una risposta certa ad ogni situazione di emergenza che una persona con diabete si trova prima o poi a vivere inevitabilmente a causa della condizione nel corso della vita. Per noi è un sogno, ma in questi anni grazie ai nostri sostenitori di sogni ne abbiamo realizzati tanti".

Grazie al 5x1000 Diabete Romagna offre gratuitamente, ad integrazione di quanto offerto dal Servizio Sanitario Nazionale, il supporto di dietisti perché il diabete è strettamente correlato all’alimentazione, psicologi per imparare ad accettare la malattia, podologi per prevenire le complicanze agli arti inferiori, strumentazione per la prevenzione delle complicanze alla vista. Organizza campi scuola formativi per bambini con diabete perché imparino a gestire la malattia e da quattro anni offre gratuitamente a domicilio la visita specialistica di un medico diabetologo per tutti quei pazienti non autosufficienti che non si possono recare in ospedale. Il progetto di assistenza medica domiciliare per persone con diabete non autosufficienti "Portiamo il sorriso in casa" è tuttora il primo e unico in Italia e ha in carico quasi 500 pazienti. Per destinare il 5x1000 a Diabete Romagna il codice fiscale è 92008070408 da indicare nella casella “sostegno del volontariato” e per conoscere meglio l’associazione www.diabeteromagna.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una domenica con il ritorno della neve a bassa quota: le previsioni e l'allerta meteo

  • Vincono online centinaia di migliaia di euro: si dichiarano poveri e percepiscono il reddito di cittadinanza, denunciati

  • La morte improvvisa dell'infermiere Maurizio: "La sua umanità e il suo sorriso resteranno vivi ed indelebili nei nostri cuori"

  • Coronavirus, palestre ancora chiuse. "Contagi ancora alti. La riapertura è lontana"

  • Riapre per pochi giorni il temporary outlet di Flamigni per vendere le scorte di panettoni e pandori

  • Jovanotti e la lunga battaglia della figlia Teresa contro il cancro: "E' stata pazzesca"

Torna su
ForlìToday è in caricamento