Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Diciasette sommelier da tutt'Italia a Bertinoro si sfidano sull’Albana: la Toscana la regione più rappresentata

Domenica quinta edizione del Master Romagna Albana. In palio 2mila euro e il titolo di ambasciatore del primo vitigno a bacca bianca Docg d’Italia

Sono 17 e arrivano da sette territori diversi. Sono gli iscritti al quinto Master Romagna Albana Docg pronti a sfidarsi domenica a Bertinoro sul vitigno a bacca bianca per eccellenza della Romagna. La provenienza dei partecipanti già da sola spiega cosa sia divenuta l’Albana (prima Docg ‘bianca’ in Italia nel 1987) in questi ultimi anni. Il territorio con il maggior numero di partecipanti infatti non è la Romagna, bensì la Toscana con 5 iscritti da quattro provincie (Arezzo, Lucca, Pistoia, Livorno). A seguire Romagna (4), Emilia (3), Campania (2), con Lombardia, Veneto e Puglia con un partecipante. Significativa dunque una partecipazione così ad ampio raggio per un vitigno presente nella sola Romagna, nei suoi oltre 800 ettari di superficie coltivata per poco più di 750mila bottiglie (+30% negli ultimi tre anni).

"L’Albana da tempo si colloca a buon diritto tra i grandi bianchi italiani - spiega Roberto Giorgini, presidente di Ais Romagna -. E questo grazie al grande lavoro di tanti produttori eccellenti del territorio, che hanno saputo offrire al mercato prodotti di altissima qualità e piacevolezza nelle varie versioni. L’alta partecipazione al Master e soprattutto la provenienza degli iscritti un po’ da tutta Italia, testimonia il successo di questo vitigno che solo noi abbiamo in Romagna". A conferma di tutto questo c’è anche la crescita esponenziale dei partecipanti al Master che ha visto quasi raddoppiare il numero di iscritti, dai 10 del 2019 ai 17 di quest’anno. E se a ciò aggiungiamo che ad oggi hanno vinto due sommelier della Romagna, un molisano e un altoatesino ecco che il panorama è presto disegnato.

Il Master Romagna Albana

Organizzato da Ais Romagna si apre nella mattinata di domenica 3 ottobre con le prove di selezione a porte chiuse nella sala della Riserva Storica, da cui scaturiscono i 4 finalisti in gara davanti al pubblico alle ore 15.30 nella Chiesa di San Silvestro. Avvincente e tutto da seguire l’evento pomeridiano con i finalisti alle prese con degustazioni alla cieca, presentazione di fronte a ipotetici clienti, abbinamenti gastronomici, racconto su vecchie bottiglie, domande insidiose della giuria.

A decretare il vincitore, valutando le capacità di degustazione, comunicazione e racconto, competenza, studio e conoscenza dei vini, capacità manageriale e gestionale dei concorrenti, sarà una giuria di esperti, composta da rappresentanti della somellerie nazionale e romagnola e del Consorzio Vini di Romagna. Ne fa parte, di diritto, anche il vincitore dell’edizione precedente del Master. Al vincitore vanno 2mila euro messi in palio dal Consorzio Vini di Romagna. Una ulteriore Giuria formata da produttori determinerà un Premio Speciale al Miglior Sommelier comunicatore del Romagna Docg Albana scelto fra i quattro finalisti.

I 17 partecipanti al Master

Come anticipato arrivano da 7 territori diversi i partecipanti. La voce più grossa la fa la Toscana con 5 sommelier: Costanzo Benedetta (Arezzo), Giuseppe Maresca (Arezzo), Natalia Mochi (Montecatini), Massimo Tortora (Livorno), Simone Vergamini (Capannori, Lucca). La Romagna si presenta con 4 partecipanti: Ilaria Di Nunzio (Ravenna), Stefano Morgagni (Forlimpopoli), Riccardo Ravaioli (Faenza), Marco Saiani (Conselice, Ravenna). Per l’Emilia: Isacco Giuliani (Ferrara), Giorgio Salmi (Ferrara), Fabio Vezzani (Reggio Emilia). Per la Campania: Luca Matarazzo (Salerno), Salvatore Luigi Scala (Afragola, Napoli). Un partecipante da Veneto con Lorena Ceolin (Zelarino, Venezia), Puglia con Mino Tarì (San Vito dei Normanni, Brindisi), Lombardia con Valeria Valdata (Bressana Bottarone, Pavia).

I vincitori del Master Romagna Albana

Nel 2017 si è aggiudicato il Master, Marco Casadei (Romagna), nel 2018 Carlo Pagano (Molise), nel 2019 Gilles Coffi Degboe (Romagna) e nel 2020 Andrè Senoner (Trentino Alto Adige). Il Master dell’Albana è parte di “Vino al Vino” in programma a Bertinoro sabato e domenica. "Vino al vino" è organizzato dal Comune di Bertinoro (Assessorato al Turismo), insieme a Ais Romagna e Consorzio Vini di Romagna. Nel corso della due giorni sarà attivo un servizio navetta gratuito dai parcheggi di via Allende e via Badia. Sabato dalle 16 alle ore 24 e domenica dalle 15 alle 19.

Nell'immagine i vincitori del Master delle ultime due edizioni: Andrè Senoner e Gilles Coffi Degboe

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diciasette sommelier da tutt'Italia a Bertinoro si sfidano sull’Albana: la Toscana la regione più rappresentata

ForlìToday è in caricamento