rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Difesa del suolo

Dal Pnrr milioni di euro in arrivo per proteggere il territorio Forlivese da frane e alluvioni

La Giunta regionale ha dato il via libera all’Accordo con il Dipartimento nazionale di protezione civile che fissa competenze, tempi e modalità per la realizzazione dei cantieri

Fondi in arrivo per una serie di interventi finalizzati alla riduzione del rischio idraulico nei bacini dei fiumi Montone, Ronco, Bevano e il consolidamento dei movimenti franosi. Si tratta di fondi assegnati alla Regione Emilia Romagna dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) per mettere in sicurezza i territori colpiti da eventi meteo particolarmente intensi. La Giunta regionale ha dato il via libera all’Accordo con il Dipartimento nazionale di protezione civile che fissa competenze, tempi e modalità per la realizzazione dei cantieri.

“Si tratta del primo Accordo con una Regione siglato su scala nazionale, necessario per rendere operative le risorse: serve agire infatti con celerità perché l’intesa riguarda interventi di grande importanza - afferma Irene Priolo, vicepresidente con delega alla Difesa del suolo e della costa -. Ora- aggiunge la vicepresidente- continueremo a lavorare perché tutto proceda con rapidità e nel pieno rispetto del cronoprogramma fissato: indizione delle gare, assegnazione dei lavori, avvio e conclusione dei cantieri. È fondamentale cogliere l’opportunità che il Pnrr ci offre, i fondi in arrivo fanno parte di un articolato quadro di finanziamenti che la Regione sta costruendo per l’obiettivo prioritario della prevenzione e la riduzione del rischio idrogeologico”. A dicembre 2021, il Dipartimento della Protezione civile aveva approvato il piano presentato dalla Regione, con 19 macro-interventi individuati dall’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile e ammessi alle risorse europee: successivamente, i macro-interventi sono stati “dettagliati” nei 76 progetti, per i quali viene ora approvato lo schema d’Accordo.

Gli interventi nel Forlivese

Entrando nel dettaglio degli interventi, 1,5 milioni saranno destinati per la sistemazione dei rilevati arginali dei fiumi Montone, Ronco e Bevano della pianura forlivese, danneggiati in occasione dell'ondata di maltempo del febbraio del 2015, con realizzazione di consolidamenti strutturali, impermeabilizzazioni e piste di servizio per la sorveglianza ordinaria e durante il servizio di piena. Un milione di euro, destinato per il territorio di Santa Sofia, Civitella e Verghereto, verrà impiegato per il consolidamento e riduzione del rischio idrogeologico di pendii in abitati da consolidare, in aree a rischio frana e in strade provinciali interessati da dissesti che mettono a rischio la pubblica incolumità. 400mila euro, infine, saranno impiegati per ridurre il rischio idrogeologico mediante interventi di consolidamento di versanti di abitati e di aree in dissesto individuate nel piano stralcio di bacino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Pnrr milioni di euro in arrivo per proteggere il territorio Forlivese da frane e alluvioni

ForlìToday è in caricamento