menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diga quasi piena. Emergenza siccita? "Non ne siamo ancora fuori"

Anche se non era nelle previsioni, grazie alle piogge cadute da inizio aprile, la Diga di Ridracoli è arrivata quasi alla massima capienza di 33 milioni di metri cubi di acqua

Anche se non era nelle previsioni, grazie alle piogge cadute da inizio aprile, la Diga di Ridracoli è arrivata quasi alla massima capienza di 33 milioni di metri cubi di acqua. Alle 16.50 di martedì se ne registrano oltre 31 milioni 700mila. Dopo un allarme siccità che sembrava essere il peggiore degli ultimi anni, anzi il più drammatico da quando esiste la Diga, ora la situazione è a regime, “ma non bisogna abbassare la guardia”, sottolinea il vicepresidente della Provincia di Forlì-Cesena, Guglielmo Russo.

“Stiamo cercando di entrare nella cabina di regia regionale, ho già fatto richiesta – spiega Russo – in primis per ottenere la proroga dell'ordinanza di emergenza idrica, in scadenza il 31 maggio, che permette di utilizzare potabilizzatori e acque di falda, risorse alternative alla Diga. Inoltre vogliamo che la Regione ci dia una mano per una efficace campagna sull'utilizzo virtuoso dell'acqua, che non deve valere solo per i periodi di emergenza”.

Insomma si continua a muoversi con cautela per utilizzare il meno possibile la Diga, finchè si può e perchè, conclude Russo, “non ne siamo ancora fuori”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento