Diocesi, sarà una Pasqua social "a porte chiuse". Prima comunione e cresima dopo l'estate

Corazza ha disposto che le celebrazioni della Domenica delle Palme, del Triduo e della festa di Pasqua si svolgano a porte chiuse, senza il concorso di popolo

Pasqua "a porte chiuse". Con una nota inviata ai sacerdoti, ai diaconi, ai religiosi e ai responsabili delle associazioni ecclesiali, il vescovo di Forlì-Bertinoro, Livio Corazza, ha comunicato le disposizioni per le celebrazioni della Settimana Santa, viste le misure restrittive in atto che riguardano gli assembramenti e i movimenti delle persone per l’emergenza sanitaria covid-19. “Carissimi fratelli e sorelle - conclude mons. Corazza - la Pasqua verrà. Verrà nelle nostre chiese domestiche, nelle diverse comunità ecclesiali, nelle chiese parrocchiali, nella testimonianza quotidiana di amore, di responsabilità, di ricerca e di servizio di donne e uomini. E pur in modi diversi dal solito ascolteremo con gioia l'annuncio pasquale: Cristo Signore è risorto. È veramente risorto". 

Seguendo le indicazioni della Santa Sede e della Cei, Corazza ha disposto che le celebrazioni della Domenica delle Palme, del Triduo e della festa di Pasqua si svolgano a porte chiuse, senza il concorso di popolo. Tutti i fedeli sono invitati a collegarsi da casa alle celebrazioni presiedute dal Papa, dal vescovo o della propria comunità che verranno trasmesse attraverso la tv e gli altri mezzi di comunicazione. Saranno predisposti sussidi a cura dell’Ufficio liturgico diocesano pubblicati sul sito della diocesi. Corazza presiederà sabato 4 aprile, alle 20.30, la preghiera dei giovani in occasione della Gmg (collegamento sulla piattaforma Zoom, all’indirizzo che sarà pubblicato su Pigifo.it e sui canali social della pastorale giovanile).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il vescovo celebrerà in Cattedrale (con diretta sui canali Youtube e Facebook della pastorale giovanile): il 5 aprile, Domenica delle Palme, alle 10 (è prevista la diretta anche su Teleromagna); il 9 aprile, Giovedì Santo, alle 17.30, la messa nella Cena del Signore; il 10 aprile, Venerdì Santo, alle 15, la celebrazione della Passione del Signore; l’11 aprile, alle 21, la veglia pasquale; il 12 aprile, alle 10, la messa di Pasqua (diretta anche su Teleromagna). Altre disposizioni del vescovo riguardano l’assistenza ai malati e ai morenti, l’assoluzione dei peccati in situazioni particolari, la benedizione dei rami di ulivo e delle uova e le indicazioni in dettaglio per i diversi giorni della Settimana Santa. E' stato disposto infine che le celebrazioni dei sacramenti, prima confessione, prima comunione e cresima, siano rimandate a dopo l’estate nella data che le singole parrocchie concorderanno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Coronavirus, focolaio in una ditta di Forlì: i positivi sono undici

  • Morto sulla Bidentina, Andrea superò un grave incidente. La sua esperienza per un progetto per giovani

  • Spara ad un fagiano, ma colpisce per sbaglio l'amico: lui perde un occhio

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: nuovi contagiati riconducibili a focolai già noti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento