rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Cronaca Bertinoro

Gli servono tetrapodi e calzature ortopediche, disabile "sballottato" per la Romagna per una visita fisiatrica

Disabile al cento per cento, affetto da tetraparesi spastica e quindi con forte difficoltà motoria, "sballottato" in ogni angolo della Romagna per una visita fisiatrica

Disabile al cento per cento, affetto da tetraparesi spastica e quindi con forte difficoltà motoria, "sballottato" in ogni angolo della Romagna per una visita fisiatrica, dato che a Forlì o a Cesena - le sedi più vicine alla sua residenza di Bertinoro - non ci sono posti disponibili e nell'unica sede agevole, a Ravenna, il primo posto utile è nel prossimo mese di giugno, vale a dire tra oltre 5 mesi.

E' la storia di un disabile di Bertinoro che ha fatto richiesta per specifici ausili a lui necessari, vale a dire calzature ortopediche e tetrapodi. Spiega lui stesso nella sua lettera di sfogo: “Sono affetto da disabilità motoria, causa tetraparesi spastica da sofferenza neonatale. Ne consegue una faticosissima deambulazione, per brevi tragitti e comunque inderogabilmente subordinata dall'utilizzo di appositi ausili predisposti su misura, quali calzature ortopediche e tetrapodi. Dispositivi che mi servono anche solo per riuscire a mangiare o svolgere le mie primarie funzioni fisiologiche, in quanto solo con questi, seppur con non poche difficoltà, riesco a mantenere la posizione eretta”.

La replica dell'Ausl: "Visita già eseguita il 1 febbraio"

Il disabile ha fatto richiesta per tempo di sostituzione degli ausili ortopedici, “divenuti attualmente ai minimi termini di utilizzo, causa marcata usura”. “Dalla loro  precarietà ne deriva un utilizzo forzato, ma non più in sicurezza. Occorre ricordare che dispongo solo paio di presidi in entrambi i casi”, spiega, ricordando quanto impattante sarebbe nella sua vita quotidiana anche solo una rottura.  Il disabile avrebbe chiesto una prima volta la sostituzione, ma che è stata rifiutata in quanto avanzata con troppo anticipo rispetto alla decorrenze minime per il rinnovo. Questi dispositivi - spiega - vanno personalizzati e provati a distanza di 40 giorni, per cui l'iter per l'ottenimento è lungo.

E per avviarlo, serve appunto una visita fisiatrica, richiesta dal medico di base ma con tempi di attesa molto lunghi al'Ausl Romagna, almeno nelle sedi urbane. Il primo appuntamento possibile è a Ravenna nel giugno prossimo. E per fare prima? “La prima visita disponibile non prima di giugno, su Ravenna, mentre su Forlì o Cesena nessuna data, altrimenti a Coriano di Rimini il 2 febbraio,così come a breve Modigliana o S.Sofia. Ma la disabilità dove la mettiamo?”, si domanda rilevando la difficoltà di raggiungere sedi così disagevoli con la sua disabilità. Né può, spiega il disabile, comprarsi questi dispositivi privatamente con la sua bassa pensione di invalidità, stante gli alti costi che toccano quasi i duemila euro tra calzature e tetrapodi. “Chiedo gentilmente ai vertici preposti di addivenire celermente ad una soluzione idonea a questo problema”, conclude il bertinorese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli servono tetrapodi e calzature ortopediche, disabile "sballottato" per la Romagna per una visita fisiatrica

ForlìToday è in caricamento