rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Lavoro

Disabili e lavoro: la Regione stanzia altri 4 milioni di euro per l'orientamento e la formazione

Risorse per l’attivazione di percorsi di transizione scuola-lavoro dei giovani, formazione di centralinisti non vedenti e a sostegno della mobilità casa-lavoro

Altri 4 milioni di euro al Fondo regionale per l’occupazione delle persone con disabilità. La Giunta regionale ha integrato con un ulteriore stanziamento il Programma 2021 del Fondo, che aveva già una dotazione di 31 milioni di euro, con l’obiettivo dare continuità alle misure e garantire adeguati finanziamenti all’offerta di servizi. In particolare, vengono programmate risorse pari a 3,8 milioni di euro per finanziare, attraverso un bando, misure orientative e formative a sostegno della transizione degli studenti e dei giovani con disabilità certificata dai percorsi educativi e formativi verso il lavoro. Viene emanato inoltre un bando per un percorso per centralinisti telefonici non vedenti (100mila euro) e vengono riconosciuti contributi a sostegno della mobilità casa-lavoro (100mila euro).

Transizione scuola-lavoro di giovani con disabilità

Il bando, rivolto agli enti accreditati, rende disponibili per l’anno formativo 2022/23 ai giovani con disabilità certificata misure orientative e formative a sostegno delle transizioni dai percorsi educativi e formativi verso il lavoro. Destinatari sono gli studenti con disabilità certificata che frequentino gli ultimi anni del proprio percorso scolastico, individuati dalla scuola (azione 1) e giovani disabili che abbiano da poco terminato il percorso di istruzione o istruzione e formazione professionale IeFP (azione 2). Per ampliare opportunità e platea di potenziali partecipanti, potranno essere destinatari anche i giovani in carico ai Servizi Socio-Sanitari e inviati dagli stessi.

Per i giovani che abbiano terminato il proprio percorso di istruzione o istruzione e formazione professionale, gli interventi devono avere come obiettivo anche il potenziamento delle autonomie, la valorizzazione delle competenze e delle capacità possedute e l’acquisizione di competenze specifiche. Ma anche l’attivazione di tirocini e laboratori formativi che permettano l’apprendimento nei contesti di impresa e l’acquisizione di competenze di base, socio-relazionali e professionali propedeutiche ad attivare percorsi successivi di collocamento mirato. Le risorse disponibili sono di 3,8 milioni di euro: 1,9 milioni per l'Azione 1 e 1,9 per l'Azione 2. Le domande dovranno essere compilate esclusivamente attraverso l’applicativo web, disponibile all’indirizzo https://sifer.regione.emilia-romagna.it e inviate per via telematica entro e non oltre le ore 12.00 del 27 settembre.

Formazione per abilitazione di centralinisti telefonici non vedenti

Anche quest’anno la Regione Emilia-Romagna, proseguendo nell’attuazione del Programma annuale del Fondo regionale per l’occupazione delle persone con disabilità, ha attivato una procedura per la raccolta di candidature di enti di formazione che realizzino percorsi formativi per il conseguimento dell’attestato di abilitazione di centralinista telefonico non vedente. Le persone potranno frequentare i corsi beneficiando di assegni formativi finanziati attraverso le risorse del Fondo regionale per le persone con disabilità a copertura dei costi di iscrizione, nonché delle eventuali spese di residenzialità per gli aventi diritto. Gli organismi autorizzati possono candidarsi a rendere disponibile l’offerta formativa entro il 7 settembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabili e lavoro: la Regione stanzia altri 4 milioni di euro per l'orientamento e la formazione

ForlìToday è in caricamento