menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Disagi per il personale in azienda", la Uil interroga l'Ausl Romagna

"Per queste ragioni abbiamo inviato alla Direzione dell’Azienda USL della Romagna la richiesta dati del benessere organizzativo e stress"

"Infortuni, malattie professionali, prescrizioni mediche, stress da lavoro correlato, burnout, straordinari, doppi turni, ferie e riposi saltati, carichi di lavoro, dotazioni organiche e indici di sostituzione non adeguati, sono fattori negativi che intrecciandosi fra loro minano la quotidiana tranquillità lavorativa di medici, sanitari, tecnici e amministrativi". Lo dichiarano  Segretario Generale UIL Forlì  Enrico  Imolesi e Massimo Monti Segretario Generale  UIL FPL  Forlì.

"Per queste ragioni abbiamo inviato alla Direzione dell’Azienda USL della Romagna la richiesta dati del benessere organizzativo e stress correlato unitamente alla richiesta del dato sulle dotazioni organiche suddivise per profilo presenti nelle singole Unità Operative. Quanto sopra in ragione della volontà da parte della UIL FPL di iniziare un percorso di analisi e laddove necessario di azioni di miglioramento viste le non poche segnalazioni che ci giungono relative al forte disagio lavorativo percepito dai Dipendenti della Azienda. In tal senso nelle prossime settimane come UIL FPL distribuiremo, uno specifico questionario al fine di conoscere dettagliatamente, da chi è in prima linea, ogni singolo aspetto negativo che incide sulla salute individuale di chi è chiamato tutti i giorni all’erogazione di servizi essenziali rivolti all’intera comunità".

"Sull'emergenza personale a Forlì da settimane riceviamo decine di segnalazioni da diversi reparti.  Temiamo che al momento rispetto le normali piante organiche, in alcuni casi già insufficienti, manchino all’appello decine e decine di unità. La questione attiene a tutto il personale, Sanitario, Amministrativo,Tecnico e Medico. Per quanto riguarda il personale sanitario siamo però ad un punto critico. Inutile in questo caso puntare il dito verso coordinatori o direzione infermieristica, se non vengono messe a disposizione le giuste risorse ad un certo punto ogni ricetta diventa inefficace. Siamo doppiamente preoccupati perché i numerosi pensionamenti dei prossimi mesi renderanno la gestione ancor più complessa. Come Uilfpl  chiediamo l’immediata copertura di tutti i pensionamenti e lunghe assenze. Vanno immediatamente colmati i vuoti e ripristinate le piante organiche. Sono attive e valide lunghe graduatorie di Oss ed Infermieri, usiamole! Come Uilfpl lavoriamo sempre per trovare una soluzione e non ci appartiene alcuna logica allarmista ma, in questa situazione, è necessario intervenire con grande urgenza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento