Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Decine di passeggeri senza taxi e bus all'aeroporto: "Attese di due ore, alcuni sono andati via a piedi in stazione"

È quanto accaduto domenica in tarda serata ad un gruppo di persone, costrette ad attendere ore per raggiungere la città, non essendoci corse dell'autobus mentre i taxi arrivano col contagocce

Andare la domenica nel tardo pomeriggio dall’aeroporto Ridolfi alla stazione dei treni è davvero un’odissea. A quell’ora non ci sono infatti più collegamenti verso la città, visto che l'ultima corsa dell'autobus di linea, il 7, è alle 17.33, poi ce ne sono altre due, ma su viale Roma (quindi bisogna percorre via Seganti a piedi) intorno alle 18 (il 4 e il 92). Infine c'è il 92 alle 19.50 che è l'ultimo. Anche i taxi non sono numerosi, perchè bisogna fare i conti con le numerose chiamate.

Chi si è ritrovato protagonista di questa spiacevole situazione, segnalata alla nostra redazione, sono stati diversi viaggiatori che si sono trovati "abbandonati" domenica sera davanti all'aeroporto, senza mezzi per raggiungere la stazione. A parlare per loro è Francesco Salierno, residente a Recanati, che per motivi familiari un paio di volte al mese raggiunge Palermo nel week end. Domenica scorsa è rimasto bloccato al Ridolfi per quasi un paio d’ore, come già gli era capitato in passato, insieme a molte persone che come lui avevano preso l'aereo da Palermo. 

E pare che sia una scena che succeda spesso soprattutto la domenica: pochi taxi e mezzi pubblici di fatti inesistenti.  Un disagio che potenzialmente riguarda coloro che prendono l'aereo la domenica volando da Palermo (partenza alle 17 dall'aeroporto Falcone - Borsellino e arrivo al Ridolfi alle 18.30), da Lampedusa (partenza 16.40 e arrivo alle 18.30) e da Olbia (partenza alle 22.20 e arrivo alle 23.20). Per tutti questi  voli potenzialmente ci sono decine di passeggeri che arrivano al Ridolfi e, se non sono automuniti, rischiano di farsi il tratto aeroporto - stazione a piedi.

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

“Quando atterro a Forlì, ho sempre problemi nell'andare alla stazione dei treni – spiega – perché non ci sono navette che collegano alla città e alle 17.30 terminano le corse dell'autobus di linea dall'aeroporto, ma quella di domenica scorsa è stata la peggiore di tutte.  Eravamo in una settantina di persone e abbiamo dovuto ricorrere al taxi, unico mezzo per raggiungere Forlì. Radiotaxi ci ha risposto più volte che stava facendo il possibile per mandarci i suoi mezzi e due ne sono arrivati, ma dopo molto tempo che aspettavamo, accontentando quattro persone. Abbiamo così dovuto chiamare i taxi di un’altra compagnia che sono venuti a prenderci anche loro dopo tanti minuti di attesa. Alcune persone, stanche di aspettare, si sono mosse a piedi con i bagagli per raggiungere la stazione”.

“Mi sono anche rivolto alla Polizia Municipale per spiegare l’accaduto e mi è stato detto che avrebbero fatto un sopralluogo per rendersi conto della situazione. Mi sembra assurdo che in una città importante come Forlì ci sia questo disservizio verso l’aeroporto, dove transitano molte persone a tutte le ore. La mia avventura è terminata poco dopo le 20 quando sono riuscito a raggiungere la stazione, perdendo comunque il treno che avevo prenotato. Sono salito su un altro alle 21.28, arrivando a casa alle 23.30. Quando finalmente sono salito sul taxi c’erano ancora una quindicina di persone che aspettavano”.

Il problema delle mancanze di navette e di corse degli autobus verso al'aeroporto che terminano troppo presto c’è da anni, mentre per quanto riguarda i taxi, a spiegare quanto accaduto è Luca Salpietra, presidente provinciale del sindacato Uritaxi e socio Co.Ta.Fo (Consorzio tassisti forlivesi)

“I taxi ci sono sempre e ovviamente copriamo anche le tratte verso l’aeroporto, perché quello è il nostro lavoro – afferma – ed inoltre la nostra cooperativa garantisce il servizio 24 ore su 24, tutti i giorni della settimana. Non bisogna però dimenticare che diamo la priorità agli ospedali, alle case di cura, agli anziani e ai disabili e quindi può capitare che i tempi di attesa si allunghino”. 

“Questa problematica riguarda soprattutto quando arrivano gli aerei, perché contemporaneamente scendono un centinaio di persone e, a parte quelle che sono auto munite, le altre devono per forza chiamare un taxi e dunque c’è una grande richiesta che arriva tutta allo stesso momento. Inoltre la tratta aeroporto – stazione dei treni è di 15 minuti all’andata e di altrettanti al ritorno e quindi i tempi di attesa possono dilatarsi. Bisogna avere pazienza e ricordarsi che i taxi arrivano sempre”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decine di passeggeri senza taxi e bus all'aeroporto: "Attese di due ore, alcuni sono andati via a piedi in stazione"
ForlìToday è in caricamento