Cronaca

Disservizi per le raccomandate, Di Maio: "Riassetto che non agevola gli utenti"

“Un cambio organizzativo che certo non agevola gli utenti”: il deputato forlivese Marco di Maio interviene sui disservizi causati dal riassetto delle Po

“Un cambio organizzativo che certo non agevola gli utenti”: il deputato forlivese Marco di Maio interviene sui disservizi causati dal riassetto, operato dalle Poste, del sistema di ritiro delle raccomandate non consegnate a domicilio per assenza del destinatario. Fino ad un paio di mesi ogni cittadino forlivese poteva ritirare il proprio plico già il giorno dopo l'avviso di giacenza e con orari molto estesi, dalle 8 alle 18,30 e il sabato mattina, recandosi al centro postale di via Bertini. Con la chiusura di questo punto di smistamento, invece, la quasi totalità delle utenze (quelle servite da 10 uffici postali sui 12 presenti in città), si vede limitato il servizio solo la mattina, fino alle 13.30. Un netto peggioramento a cui si somma il fatto che la raccomandata ora può essere ritirata solo due giorni dopo il deposito dell'avviso.

Di Maio spiega che chiederà lumi alla direzione di Poste Italiane. Lo scrive nella sua newsletter settimanale: “Il nuovo sistema di recapito delle raccomandate ha fatto emergere negli ultimi tempi una serie di disagi sul territorio forlivese, legati principalmente agli orari solo mattutini, ai tempi più dilatati rispetto al passato, al cambio organizzativo che certo non agevola gli utenti. Mi sono attivato, sollecitato da diversi interlocutori, nei confronti dei vertici di Poste Italiane per segnalare le problematiche legate a questa diversa organizzazione: senza alcun intento punitivo, ma semplicemente perché a volte anche le cose fatte in buona fede possono rivelarsi inefficaci e allora è giusto correggere e individuare altre soluzioni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disservizi per le raccomandate, Di Maio: "Riassetto che non agevola gli utenti"

ForlìToday è in caricamento