Cronaca

"Distributore abbandonato: lamiere pericolanti e incontri intimi notturni"

Abbandono e sporcizia nell'area del distributore ex Erg di via Firenze: a segnalare la situazione è il capogruppo di Forza Italia a Forlì Fabrizio Ragni

Abbandono e sporcizia nell'area del distributore ex Erg di via Firenze: a segnalare la situazione è il capogruppo di Forza Italia a Forlì Fabrizio Ragni: "Da anni, la struttura sta cadendo letteralmente a pezzi, le lamiere pericolanti  che penzolano, sporcizia ovunque , nidi di vespe, erba alta, luogo usuale di sversamenti   di ogni tipo, abbandono di rifiuti, per non  parlare del ritrovo di balordi  che si abbandonano a schiamazzi ad ogni ora del giorno e della notte, con grave disagio delle famiglie residenti nella zona”.

"L’area dell’ex distributore Erg diventa anche parcheggio notturno  di auto per ritrovi intimi e c’è persino chi di giorno utilizza il terreno incustodito e forse inquinato per coltivare prodotti agricoli  che con tutta probabilità vengono successivamente rivenduti - dice Ragni -. Stiamo parlando dell’ennesimo caso di degrado ambientale, uno dei tanti che abbiamo segnalato dall’inizio del mandato amministrativo del sindaco Drei ad oggi (per ultimi i casi delle vie: Volta, Forlanini, Maldenti e il parco della Resistenza, sul lato piazzale della Vittoria), e a cui non è stato ancora posto rimedio. Un caso ancora più grave,  quello dell’ex distributore Erg di via Firenze, visto che è stato segnalato formalmente da alcuni cittadini esasperati  ed è  già stato  messo a protocollo dal Comune. Risultato? Non è ancora intervenuto   nessuno a bonificare l’area e riportare la legalità. La solita inerzia amministrativa in perfetto Drei style , ormai sempre più disinteressato alle sorti della città che dovrebbe amministrare  dopo il suo annuncio che non si ricandiderà  alle prossime elezioni comunali”: conclude   il capogruppo di Forza Italia a Forlì , Fabrizio Ragni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Distributore abbandonato: lamiere pericolanti e incontri intimi notturni"

ForlìToday è in caricamento