menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Domenica la festa solenne della Madonna del Carmine

La novità 2012 è la processione mariana lungo corso Mazzini, con partenza, alle 20.30, dal portone centrale della chiesa

La novità 2012 è la processione mariana lungo corso Mazzini, con partenza, alle 20.30, dal portone centrale della chiesa. Per il resto, la solennità della Beata Vergine del Carmelo, in programma al Carmine per l'intera giornata di domenica, segue lo stesso rituale da secoli. La basilica di corso Mazzini, di proprietà dell'Ordine dello Scapolare sin dal 1347, è una delle più antiche strutture religiose dell'intera Emilia Romagna e Marche.

Realizzata per grazia ricevuta dai coniugi Peppe di Oroboni e Caterina, fu affidata ai padri Carmelitani nella seconda metà del XIV secolo. Il Santuario di corso Mazzini, inserito dalle guide in tutte le visite turistiche per la bellezza delle decorazioni interne, risalenti al Settecento, si riprende per un giorno i riflettori di un'intera città grazie all'iniziativa del rettore, padre Nazareno Maria Mauri.

Proprio il religioso, 92 anni compiuti l'8 aprile scorso, celebrerà la prima messa alle 7, seguita dalle liturgie delle 8.30 e alle 10, fino alla messa pontificale delle 11.30 presieduta dal vescovo monsignor Lino Pizzi, assieme ai sacerdoti rappresentanti degli istituti religiosi della Diocesi. L'ultima concelebrazione, alle 18, sarà guidata dal vicario generale monsignor Dino Zattini. I riti liturgici saranno allietati dalla neonata Corale “Tota Pulchra” diretta dal maestro Daniele Casi, con musiche di Christian Montalti al violino e di Alfonso e Nicola Vaccari alle chitarre. Una visita anche fugace alla basilica, darà la possibilità di acquisire l'indulgenza plenaria conosciuta come “il Perdono del Carmine”: basterà accostarsi all'altare e ricevere lo Scapolare in segno di devozione alla Madonna.

L'indumento senza maniche, simbolo di protezione di uno degli ordini più antichi nella storia del cristianesimo, è tuttora indossato dai membri laici del Terz'ordine nel corso delle loro riunioni periodiche. La solennità 2012 è la quinta coordinata da padre Mauri, divenuto custode della splendida chiesa di corso Mazzini nel luglio 2008, al termine di una lunga esperienza missionaria in Africa. Il religioso, nel corso dell'anno è coadiuvato nel servizio liturgico al Carmine dalla Fraternità di preghiera “Madre del Carmelo e Regina della Pace” diretta dal carismatico Gabriele Lotti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento