Un pensiero beneaugurante per genitori e bimbi: la sveglia è con le parole di Don Luigi

Il nido e scuola dell’Infanzia Santa Maria Lauretana di Bussecchio si affida ogni mattina al presidente don Pier Luigi Casamenti per un pensiero beneaugurante per grandi e piccini

Un’altra materna forlivese che continua ad operare “da remoto” grazie ai social. Il nido e scuola dell’Infanzia Santa Maria Lauretana si affida ogni giorno al presidente don Pier Luigi Casamenti per un pensiero beneaugurante per grandi e piccini. "Tutto è iniziato il 10 marzo scorso - racconta il sacerdote, dal 2011 parroco di Bussecchio – nel momento in cui la coordinatrice didattica della scuola, Paola Fabbri, mi ha chiesto un pensiero da inoltrare ai bimbi e ai rispettivi genitori, costretti a casa dall’emergenza Coronavirus. Ho registrato una riflessione di 4 minuti e l’ho inviata a Paola, che a sua volta l’ha girata nel gruppo "Whatsapp" delle famiglie dei piccoli, ma anche ai catechisti della parrocchia. Il giorno dopo mi è stata richiesta la stessa cosa, fino a divenire un’abitudine, per me e per loro. Non è che dica cose eclatanti, né faccia necessariamente riferimento al Vangelo".

"Quello che conta – continua don Casamenti – è l’aver offerto una compagnia, una voce di riferimento costante in questi giorni in cui dobbiamo rimanere a casa nell’interesse delle persone più deboli. Il mio è un incoraggiamento, un sostegno spirituale per condividere questo cammino così particolare". "Il parroco di Santa Maria Lauretana è ‘tante cose’ - scrive Paola Fabbri - ma non sicuramente un uomo tecnologico. È riuscito però, all'inizio di questa faccenda in cui l'Italia è stata dichiarata zona protetta, a mandare ai catechisti e a me un messaggio vocale via mail, certo che avrei trovato il modo (e non é difficile con whatsapp), di farlo sentire anche a tutto il personale scolastico e alle famiglie dei nostri cari bambini. E' cosi che è nato un appuntamento quotidiano".

Appena svegli, la mattina, 138 famiglie e 20 dipendenti attendono le parole di don Casamenti per cominciare la giornata con una marcia in più. "Come mi scrive una mamma - continua la coordinatrice - don Luigi riesce a rendere spiccioli e alla portata di tutti pensieri alti e profondi, in modo da poter ritrovarci a sentire che sta parlando alla nostra umanità. Con le sue parole ci fa compagnia. Io non nego che lo aspetto ogni mattina. In questi giorni difficili abbiamo trovato vari modi per sentirci, anche da lontano, una comunità".

Dopo aver ringraziato le insegnanti e le educatrici per tutto ciò che da casa stanno condividendo coi bambini, il personale che si è sempre reso disponibile per la sanificazione dei locali, le rappresentanti di classe che sono efficientissime nel fare da tramite scuola-famiglia e tutti i genitori per la pazienza, Paola Fabbri si schermisce simpaticamente con don Luigi per aver reso pubblica la sua azione quotidiana: "Ma tanto so per certo che, quel vocale giornaliero, già da tempo è uscito dalle nostre mura e arriva in molte altre case a portare conforto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sorta nel 1961 ad opera di don Guido Derni, la scuola dell'Infanzia Santa Maria Lauretana è un centro didattico autonomo a gestione parrocchiale, associata alla Federazione Italiana delle Scuole Materne-FISM. Fino al 1995 era affidata alla gestione delle suore Dorotee, poi sostituite da personale laico. In seguito alle numerose richieste da parte delle famiglie del quartiere, è stato deciso l'ampliamento della struttura, che oggi è in grado di accogliere 136 bambini in età compresa tra i 12 mesi e i 5 anni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Coronavirus, focolaio in una ditta di Forlì: i positivi sono undici

  • Morto sulla Bidentina, Andrea superò un grave incidente. La sua esperienza per un progetto per giovani

  • Spara ad un fagiano, ma colpisce per sbaglio l'amico: lui perde un occhio

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: nuovi contagiati riconducibili a focolai già noti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento