menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premilcuore attende il nuovo parroco: ingresso solenne col vescovo Livio Corazza

L’ingresso solenne del nuovo parroco alla guida della comunità appenninica, costituita da 350 famiglie e 650 abitanti

Premilcuore sale alla ribalta per l’arrivo del nuovo parroco. E’ fissato per domenica, alle 16, l’ingresso solenne di don Massimo Tumini alla guida pastorale della comunità appenninica. Divenuto sacerdote il 22 settembre 2018 nel Duomo di Forlì per imposizione delle mani sacramentali del vescovo mons. Livio Corazza, alla sua prima ordinazione presbiterale (seguita il 22 giugno 2019 da quella di don Filippo Foietta), don Massimo, classe 1975, è originario di Ladino di Terra del Sole.

Conseguito il diploma all’Istituto d’arte di Forlì, ha fatto per alcuni anni l’operaio per poi entrare a far parte dell’associazione Papa Giovanni XXIII, comunità in cui ha maturato la sua vocazione e che ha lasciato nel 2010, data del suo ingresso in seminario. Dopo aver studiato teologia presso l’Istituto di scienze religiose Sant’Apollinare di Forlì, ha prestato servizio nella comunità di Regina Pacis. Divenuto prete, ha operato come assistente di don Davide Brighi nella parrocchia della Cava, insegnando religione alla scuola media paritaria “Don Oreste Benzi”. Don Tumini ha maturato la decisione di farsi prete nel 2007, all’età di 32 anni. Nei momenti di difficoltà si è sempre appoggiato a Dio, scoprendo che la vita sua e di noi tutti è pensata e voluta da Lui.

“Mi viene spontaneo chiedergli aiuto - dichiarò nel giorno dell’ordinazione - trovando sempre risposte nuove, essenziali, ragionevoli, vere”. Don Tumini sale a Premilcuore, prendendo possesso della pieve parrocchiale cinquecentesca dedicata a San Martino di Tours, in sostituzione di don Davide Bruschini, che a sua volta entrerà a Bertinoro, Massa, Lizzano e San Donato in Polenta domenica 11 ottobre. Ad affidare a don Massimo la nuova comunità pastorale, costituita da 350 famiglie e 650 abitanti, sarà lo stesso vescovo Livio. Nonostante la nuova responsabilità, il sacerdote manterrà l’incarico di assistente diocesano dell’Azione cattolica ragazzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento