rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Bertinoro

Dopo essersi incatenato, "Beppe rotelle" la spunta: due corse "deviate" per garantirgli il bus

D'Ursi ha nuovamente reagito a una mancata disponibilità di un autista per poter scendere alla fermata di Capocolle, incatendosi al mezzo

“La situazione di Giuseppe D'Ursi, per tutti Beppe Rotelle, rappresenta per noi una priorità. Apprendiamo che D'Ursi ha nuovamente reagito a una mancata disponibilità di un autista per poter scendere alla fermata di Capocolle, direzione Forlì. Dispiace leggere alcune affermazioni che sminuiscono l'operato dell'amministrazione ma nonostante tutto, ci teniamo a ribadire che continueremo a essere dalla sua parte, come dal nostro insediamento a oggi. Proprio la questione della fermata non abilitata è stata subito presa in considerazione ed abbiamo iniziato un intenso percorso volto alla risoluzione del problema”: lo fa sapere in una nota l'amministrazione comunale di  Bertinoro, all'ennesima protesta del disabile in carrozzina che non si vede riconosciuto il suo diritto di spostarsi coi mezzi pubblici.

Continua la nota: “Essere dalla parte di chi è in difficoltà è un obiettivo che ogni amministratore pubblico deve  perseguire con tenacia. A Bertinoro, da molti anni e da molte Amministrazioni, la scelta è sempre andata in questa direzione, mettendo anche in secondo piano, interventi più “visibili”, per assicurare la difesa dei nostri valori fondamentali, come il sostegno alle categorie più deboli”.

Ricorda il Comune: “Un percorso fatto di incontri, scambi di informazioni, confronti coi tecnici che ci hanno fatto pervenire all'impossibilità attuale, data la proibitività per le nostre sole forze dell'investimento che sarebbe necessario, di creare ex novo una fermata in quel punto della Via Emilia. E' falso affermare che le scorse amministrazioni non si sono mai interessate del problema: furono prima il Sindaco Bocchini e poi Zaccarelli che adeguarono la fermata opposta insieme ai tecnici e alle indicazioni fornite dallo stesso D'Ursi. Per questo intervento, dove il maggior costo è espresso dalla difficoltà della posizione attuale della fermata e dalla mancanza di una alternativa, abbiamo agito facendoci parte attiva con AMR, chiedendo un sopralluogo e la valutazione di più opzioni. Il sopralluogo è stato fatto alla presenza di Provincia e AMR che hanno espresso le loro segnalazioni e prescrizioni. La nostra, al netto delle ipotesi individuate, vuole invece dare una risposta immediata permettendo a D'Ursi ed altri con le stesse difficoltà, di poter usufruire di due corse a giornata durante le quali il pullman entrerà internamente a Capocolle facendolo scendere in un luogo idoneo e sicuro. Scelta condivisa anche da lui e ora al vaglio dei tecnici di AMR”.

“Con D'Ursi siamo sempre stati disponibili, in questo senso il Sindaco tiene a ribadire la volontà di  un supporto concreto per un'altra questione posta da D'Ursi relativa ai trasporti e che coinvolge un'associazione del nostro territorio.  Garantiremo in qualsiasi modo il nostro supporto anche in questo caso, interessando altre associazioni di volontariato che possono essere disponibili ad un trasporto a lui dedicato. Da ultimo per la circostanza odierna, si rinnovano la disponibilità al dialogo e all'ascolto per cercare di trovare le soluzioni più idonee a lui e a tutti i cittadini che ne necessitano”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo essersi incatenato, "Beppe rotelle" la spunta: due corse "deviate" per garantirgli il bus

ForlìToday è in caricamento