Cronaca

Dopo il negozio no-mask, Laurenzi va alla manifestazione dei 'negazionisti': "Siete ipocondriaci"

Carlo Laurenzi, che è finito alla ribalta delle cronache nazionali per impedire l'ingresso con le mascherine all'interno del suo negozio, parteciperà alla cosiddetta manifestazione dei "negazionisti del Covid"

Carlo Laurenzi, il titolare dell'agenzia immobiliare di viale Fratelli Spazzoli che è finito alla ribalta delle cronache nazionali per impedire l'ingresso con le mascherine all'interno del suo negozio parteciperà alla cosiddetta manifestazione dei "negazionisti del Covid" che si tiene sabato a Rimini. La manifestazione è organizzata dal gruppo "Romagna per la Costituzione" (che respinge l'etichetta di 'negazionisti') e comprende al suo interno vari gruppi di scettici sulla gravità del Coronavirus, nonché i pre-esistenti sodalizi no-vax romagnoli. Contrastata dal sindaco di Rimini Andrea Gnassi, che teme assembramenti privi delle condizioni di sicurezza sanitaria (vale a dire la mascherina indossata e il mancato distanziamento tra i manifestanti), la protesta attualmente è prevista alle 14,30 di sabato in piazza Cavour a Rimini. 

Laurenzi, che ha spiegato i motivi della sua forma di disobbedienza civile, comportamento che gli sono valse due multe da 400 euro ciascuna, come lui stesso ha spiegato in onda su Canale 5, parteciperà, come lui stesso si definisce, come "manifestante smascherato", cioè privo della mascherina. Scrive il suo pensiero in un suo testo Laurenzi: "È finito il periodo del " tanto cosa vuoi che sia... adesso torniamo alla normalità... andrà tutto bene..." Prendiamone atto tutti.  Non vogliono che torniamo alla normalità, questa deve essere. Le crepe nell'enorme castello che hanno costruito ci sono e si vedono tutte. Hanno deliberatamente ucciso migliaia di persone mandando i degenti covid nelle rsa, hanno bruciato migliaia di cadaveri non facendo le autopsie ed ingenerato un clima di terrore di cui le principali vittime sono proprio quelli che avremmo dovuto difendere: i vecchi ed i fragili. I governanti dovrebbero seguire un principio che è quello dell'utilitarismo, ovvero: "il bene più grande per il maggior numero di persone". Secondo me, chiudere 60 milioni di persone in casa, impedendogli di uscire, camminare, prendere il sole, riunirsi ed abbracciarsi è stato criminale. Secondo me, ridurre tutti gli under 18 a dei rimbambiti digitali, rimpinzandoli per 3 mesi di dolci, focacce e biscotti creerà i diabetici di domani. Secondo me, i bambini di oggi, a cui viene impedito qualunque rapporto ed interazione sociale, saranno gli psicopatici o i serial killer di domani. Secondo me, preoccuparsi solo del covid ed ignorare l'aumento del 30% degli infarti e di una serie di altre patologie e l'aumento esponenziale delle vendite di antidepressivi è delinquenziale".

Ed ancora Laurenzi: "Se siete convinti che i nostri governanti abbiano fatto bene allora continuate pure a darmi addosso, se invece come il sottoscritto ritenete che quello che sta succedendo sia deleterio per il popolo e la società allora cominciate a ribellarvi:  stanno infrangendo le leggi ordinarie, la Costituzione Italiana ed addirittura trattati internazionali che sono al vertice della gerarchia delle fonti del nostro diritto. Non voglio neanche cominciare a tirare fuori i numeri sballati e le innumerevoli prese in giro riguardanti questo virus che agisce con il favore delle tenebre, questo virus che ti prende mentre sei in piedi ma se stai seduto a mangiare si allontana rispettoso... questo virus fantastico che fa il passo del leopardo e ti prende durante una partita di calcetto a 5 ma che si è distratto durante i festeggiamenti di coppa Italia (400.000 persone a Napoli si sono abbracciate e baciate senza conseguenze) e durante le votazioni del 20 settembre dove ben 20 milioni di persone  hanno circolato e, nonostante siano passati i 15 giorni di incubazione, non ci sono stati focolai... Sì, è proprio un virus distratto. Se siete ipocondriaci e volete vivere in una campana, potete tranquillamente fare il vostro smart working, usare Amazon per gli acquisti  ed avere rapporti sessuali protetti con mascherina, guanti e visiera , nessuno ve lo impedisce. Per la mia dignità e per le generazioni venture non sono disposto a sopportare altro... di virus (come di qualunque altra cosa) si può morire una volta sola, ma se si vive ogni giorno con la paura, si è già morti".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il negozio no-mask, Laurenzi va alla manifestazione dei 'negazionisti': "Siete ipocondriaci"

ForlìToday è in caricamento