rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Forlimpopoli

Dopo l'incidente ne combina di tutti i colori: cerca di sguinzagliare cani contro i Carabinieri e li prende a calci e pugni

L'episodio in questione si è verificato martedì scorso lungo la via Emilia, a Forlimpopoli

Innesca un incidente e alla vista dei Carabinieri ne combina di tutti i colori. Prima una sceneggiata, davanti agli occhi increduli dei passanti, poi calci e pugni all'indirizzo dei militari intervenuti. E solo una volta giunta in caserma ha ritrovato la lucidità perduta. Da quello che poteva sembrare un "banale" incidente stradale è scattato l'arresto per una ultraquarantenne di nazionalità straniera incensurata, residente nel bertinorese. L'episodio in questione si è verificato martedì scorso lungo la via Emilia, a Forlimpopoli.

Erano circa le 14.30 quando alla centrale operativa dei Carabinieri della Compagnia di Meldola è giunta la richiesta d'intervento da parte di un'automobilista rimasta coinvolta suo malgrado in un incidente. Alla guida della sua auto, con a bordo la figlia minorenne, stava percorrendo la via Emilia in direzione Forlì. Giunta nell'abitato di Forlimpopoli non è riuscita ad evitare la collisione con una vettura che dalla direzione opposta procedeva a zigzag, al volante della quale si trovava una 47enne. Nell'impatto sono 'saltati' i due specchietti retrovisori, ma nessuno ha riportato conseguenze fisiche.

La malcapitata è scesa dall'auto per compilare la constatazione amichevole, ma è stata subito aggredita verbalmente dalla 47enne e minacciata, verosimilmente sotto l'effetto di alcolici. La minorenne, rimasta a bordo, ha cominciato a piangere e a quel punto la madre ha ritenuto opportuno chiamare il 112. Sul posto è arrivata una pattuglia dell'Aliquota Radiomobile di Meldola, con i militari che fin da subito si sono accorti che avevano davanti a sè una persona poco lucida e poco collaborativa. Barcollava e riferiva frasi senza senso.

I carabinieri hanno cercato di calmarla, ma alla richiesta dell'alcol-test ha cominciato ad inveire e a mettere in piedi un'autentica sceneggiata, togliendosi le scarpe, andando nel bel mezzo della via Emilia, il tutto davanti a numerosi passanti. Alla richiesta dei documenti la donna ha anche cercato di allontanarsi in auto, ma è stata prontamente fermata. Poi ha cercato di sguinzagliare contro i militari due cani di grossa taglia che aveva nel portabagagli, ma uno dei due brigadieri ne ha bloccato le intenzioni.

La 47enne dalle minacce è passata alle vie di fatto, colpendo il militare con pugni e calci. Si è reso necessario l'intervento di una seconda pattuglia, arrivata dalla stazione di Forlimpopoli, per neutralizzarla senza non poca fatica. Perchè la donna ha continuato nel suo atteggiamento violento, scalciando in continuazione. Nella circostanza un militare ha riportato anche una lieve lesione alla mano. Ma anche durante il tragitto verso la caserma la 47enne ha continuato nel suo 'teatrino', prendendo a calci la 'gazzella' e a testate la paratia divisoria tra carabinieri e passeggero posteriore.

Anche in caserma ha proseguito nell'atteggiamento ostile, rifiutando le cure dei sanitari del 118. Solo dopo un po' di tempo si è calmata. La 47enne è stata così arrestata con le accuse di resistenza, violenza, minaccia, lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Il pubblico ministero di turno Sara Posa, informata dei fatti, ha disposto gli arresti domiciliari in attesa dell'udienza di convalida, tenutasi l'indomani. Il giudice per le indagini preliminari Ilaria Rosati ha convalidato l'arresto, fissando il processo al 4 novembre. Ora si trova in libertà, con la misura cautelare dell'obbligo di firma alla stazione dei Bertinoro. La vettura è stata sequestrata, mentre la patente ritirata. I cani sono stati affidati temporaneamente al canile per poi esser restituiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'incidente ne combina di tutti i colori: cerca di sguinzagliare cani contro i Carabinieri e li prende a calci e pugni

ForlìToday è in caricamento