rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Dovadola

Dovadola, partecipazione e commozione hanno caratterizzato il 25 aprile

Momenti di commozione hanno caratterizzato la cerimonia del 25 aprile a Dovadola, quando il sindaco Gabriele Zelli ha consegnato l'attestato di Cittadino Benemerito ai figli di Domenico Bandini

Momenti di commozione hanno caratterizzato la cerimonia del 25 aprile a Dovadola, quando il sindaco Gabriele Zelli ha consegnato l'attestato di Cittadino Benemerito ai figli di Domenico Bandini, il colono del podere Fondaccio ucciso a Montepaolo per rappresaglia durante un rastrellamento il 23 luglio 1944. "Continuate a mantenere viva la memoria di vostro padre come avete fatto finora - ha detto il sindaco rivolto a Angiola (Angela), Antonio, Gilberto, Livio e Isolina Bandini - perchè quanto avvenne sett'anni fa non debba più verificarsi nel nostro paese, che ora fonda la propria Costituzione sul sacrificio degli italiani che combatterono per scacciare l'esercito hitleriano che aveva invaso l'Italia e chi lo aveva sostenuto".

Analoghi concetti sono stati ribaditi, davanti a molti cittadini, quando sono state rievocate le figure della Medaglia d'Oro al Valor Militare Primo Cai, ucciso dai tedeschi a Cefalonia nel settembre 1943, e Duilio Piazza, partigiano del Battaglione Corbari ucciso il 22 giugno 1944 durante uno scontro a fuoco con la milizia fascista.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dovadola, partecipazione e commozione hanno caratterizzato il 25 aprile

ForlìToday è in caricamento