rotate-mobile
Cronaca Dovadola

Dovadola si prepara alla Giornata diocesana dei giovani

Intanto Dovadola si sta preparando per accogliere i giovani che sabato parteciperanno alla giornata diocesana a loro dedicata

A Dovadola proseguono con successo le iniziative per il cinquantesimo della morte di Benedetta Bianchi Porro, la Venerabile dovadolese per la quale è in corso il processo di Beatificazione. Domenica scorsa arrivato in paese un folto gruppo di studenti universitari delle province di Modena e Bologna, nonché fedeli delle parrocchie di Crevalcore, San Giovanni in Persiceto, San Matteo della Decima, Lorenzatico e Zenerigolo, per renderle omaggio.

Gli osito hanno visitato il museo a lei dedicato guidati da Foscolo Lombardi, nonché i luoghi dove ha vissuto l'infanzia Benedetta. Poi nel teatro Comunale, messo a disposizione dall'Amministrazione dovadolese, hanno ascoltato la testimonianza della sorella Emanuela. È significativo e importante registrare un susseguirsi di persone che si avvicinano a Benedetta (i fine settimana sono sempre caratterizzati dalla presenza di gruppi provenienti da anche da molto lontano), alle sue parole di carità e al suo sconfinato amore per il prossimo pur avendo avuto la vita segnata da una gravissima malattia.

"In un mondo dove spesso conta solo apparire e il possesso materialistico delle cose è confortante constatare come la voce di Benedetta arrivi forte al cuore di tante persone, anche a tanti giovani, che hanno deciso di incentrare i propri studi e tesi di laurea sul messaggio della Venerabile Benedetta - afferma il sindaco Gabriele Zelli -. Un aspetto questo che piacerebbe a Papa Francesco, già invitato dal parroco Don Alfeo Costa, tramite il cardinale Angelo Comastri, a visitare la tomba di Benedetta". Intanto Dovadola si sta preparando per accogliere i giovani che sabato parteciperanno alla giornata diocesana a loro dedicata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dovadola si prepara alla Giornata diocesana dei giovani

ForlìToday è in caricamento