Norme anticoronavirus, si alzano in cielo i droni per stanare i "furbetti" dei parchi

Così Daniele Mezzacapo, vicesindaco di Forlì con delega alla sicurezza spiega l’iniziativa che partirà mercoledì

"Per fare rispettare il divieto di frequentare i parchi pubblici e le aree verdi di Forlì faremo alzare in cielo i droni. Ci sono ancora dei furbetti che si infilano all’interno di queste aree vietate dall’ordinanza sindacale magari scavalcando recinzioni per passeggiare o per altri assembramenti. La Polizia Locale di Forlì intensificherà i controlli per fare rispettare le norme con l’aiuto dei droni oltre che delle pattuglie per strada". Così Daniele Mezzacapo, vicesindaco di Forlì con delega alla sicurezza spiega l’iniziativa che partirà mercoledì.

"Stiamo facendo il possibile - dice Mezzacapo - grazie agli sforzi della Polizia Locale e delle altre forze dell’ordine in campo per contenere questo fenomeno. Siamo costretti a prendere queste misure che possono sembrare drastiche, ma dobbiamo tutelare al massimo la salute di tutti i cittadini. Purtroppo c’è ancora chi non ha capito o non vuole capire che questo sacrificio dobbiamo farlo tutti. Sabato e domenica le pattuglie della Polizia Locale hanno denunciato a Forlì 7 persone per aver violato l’articolo 650 del codice penale, fra queste due stranieri trovati in piazza Saffi senza una delle giustificazioni permesse dal decreto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mezzacapo snocciola altri dati: "Inoltre la nostra Polizia Locale ha svolto nel week end 563 controlli ad esercizi pubblici al fine di verificare se tutti rispettassero la chiusura. Sono state poi controllate anche le attività aperte per accertare che si facessero rispettare le norme della distanza fra i frequentatori. Credo che il momento di scherzare sia davvero finito. Ci sono poche parole da capire e direi piuttosto semplici: stare a casa. In questo momento chiedo a tutti di muoversi soltanto per le funzioni davvero vitali (lavoro, salute, viveri). È in ballo la salute, se non la vita, di ciascuno di noi, dei nostri familiari, della nostra comunità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalla quaterna al terno: la Dea Bendata trova casa in Corso Garibaldi, nuova gioia col Lotto

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Incidente sulla Cervese, ci sono feriti: lunghe code di auto nel rientro dalla riviera

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Giovani e coronavirus, Vicini: "La perdita di gusto e olfatto non va sottovalutata. Serve consapevolezza"

  • Grande Fratello, fisico scolpito per Denis Dosio: sette mesi tra dieta e allenamenti, "Ammetto che è tosta"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento