menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due parcheggi interrati di case popolari nel degrado, il Comune "Li diamo alle forze dell'ordine"

Tra gli immobili gestiti da Acer, vale a dire l'ente che si occupa della gestione delle case popolari, ci sono due particolari “punti neri” e di questi in particolare gli ampi garage comuni interrati

Tra gli immobili gestiti da Acer, vale a dire l'ente che si occupa della gestione delle case popolari, ci sono due particolari “punti neri” e di questi in particolare gli ampi garage comuni interrati, spesso di libero accesso e luoghi ideali per micro-spaccio e altri reati da piccola criminalità: il garage del grande edificio di residenza pubblica di via Marsala e quello di un altro grande palazzo Acer in  via del Portonaccio. Questi garage sono in gran parte non utilizzati in quanto gli stessi assegnatari degli alloggi non si sentono sicuri.

Entrambi si trovano a pochi passi da una sede delle forze dell'ordine. “Per il parcheggio di via Marsala, attualmente chiuso, c'è un interessamento del comando dei carabinieri (il cui ingresso carrabile posteriore è proprio di fronte all'immobile, ndr) per poterlo utilizzare. Un via vai di persone in divisa che lo utilizzano renderebbe tutto lo stabile più sicuro”, spiega l'assessore al Welfare Rosaria Tassinari. Per questo un'analoga soluzione è allo studio anche per il parcheggio di via del Portonaccio che si trova ad appena una cinquantina di metri dalla sede della Polizia Stradale e vicino anche alla Questura, due sedi delle forze dell'ordine che storicamente lamentano pochi stalli per il personale di servizio. 

“E' allo studio anche la possibilità di riservare parte degli alloggi popolari alle esigenze del personale delle forze armate, sempre col principio che un via vai di persone in divisa, residenti, crea un clima di maggiore sicurezza negli stabili”, conclude il vicesindaco con delega alla Sicurezza Daniele Mezzacapo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento