menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due scuole elementari e una media realizzano un video sulla difesa dell'ambiente

L'obiettivo, spiega l'assessore comunale all'Ambiente, Giuseppe Petetta, e' fare dello "sviluppo sostenibile lo strumento principale per il nuovo modello economico", con vista sul Piano d'azione per l'energia sostenibile e il clima

Una terra animata che passeggia tra biciclette, pale dell'eolico, animali, mare e acqua, rifiuti tramutandosi alla fine in una rosa a forma di cuore. Con una serie di hashtag sulla tutela ambiente. È il video, realizzato in stop motion "sostenibile" cui hanno contribuito gli studenti di tre classi delle scuole di Forli', due primarie e una media, nell'ambito di un progetto europeo che coinvolge sei nazioni, e che vede il Comune romagnolo capofila, tramite la societa' Forli' mobilita' integrata, Fmi.

L'obiettivo, spiega ai media collegati in videoconferenza l'assessore comunale all'Ambiente, Giuseppe Petetta, e' fare dello "sviluppo sostenibile lo strumento principale per il nuovo modello economico", con vista sul Piano d'azione per l'energia sostenibile e il clima in corso di redazione in confronto con gli stakeholder. Per il video "Anche domani", entra nello specifico l'assessore, i ragazzi hanno inviato, foto, effetti sonori e hastag, studiati insieme ai loro insegnanti, per "rappresentare il loro punto di vista sulla salvaguardia ambientale". Tra i messaggi lanciati: "stop riscaldamento globale", "differenzia per differenziarti" e "salviamo la natura". Si e' partiti dagli incontri in classe, poi, soppravvenuta l'emergenza sanitaria, rimodulati a distanza. È stato "un momento importante anche per le famiglie", aggiunge l'assessore alla Scuola, Paola Casara: tutti i ragazzi hanno risposto "con impegno e responsabilita'", a conferma della loro vicinanza alle tematiche ambientali. Un "lavoro bello e interessante", concorda il direttore di Fmi, Claudio Maltoni: il video e' "la colonna portante del contributo dei giovani al Paesc".

"I bambini si sono divertiti", sottolinea Maria Chiara Ravaioli, una delle insegnanti coinvolte nel progetto. È stata "un'esperienza molto interessante", con un "approccio trasversale alla tematica", tra video e riflessioni. Cosi' Viola della IV B dell'istituto Rodari ha coniato l'hastag #ilovenergiablu per puntare l'attenzione sull'energia che produce il mare, mentre Gabrile della III E del Mercuriale si e' concentrato sulla raccolta differenziata e sulla plastica in particolare. il video sara' pubblicato sui social e sul canale Youtube del Comune (Agenzia Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Come eliminare l'odore di fumo in casa: ecco i consigli

Attualità

"Non più soli", quattro posti alla Misericordia di Rocca San Casciano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento