rotate-mobile
Cronaca Portico e San Benedetto

Durante il trekking scivola nel canalone e riporta una trauma cranico: interviene il Soccorso Alpino

Pomeriggio di paura per un escursionista volato in un dirupo di circa 150 metri a causa del sentiero bagnato

Sono state necessarie oltre 3 ore di intenso lavoro, per il personale del Soccorso Alpino, per portare in salvo un escursionista scivolato in un dirupo. L'allarme è scattato verso le 15 di domenica, a San Benedetto in Alpe, quando un 68enne di Montelupo Fiorentino stava facendo trekking insieme a un gruppo di amici. Secondo i primi accertamenti, a causa del sentiero bagnato l'escursionista è scivolato in un canalone profondo circa 150 metri, riportando delle lesioni agli arti e non riuscendo più a risalire per il dirupo.

Gli amici hanno fatto scattare l'allarme che ha messo in moto la macchina del Soccorso Alpino e si è alzato in volo anche l'elicottero per cercare di recuperare il ferito. L’uomo, con un trauma cranico e sospette fratture, è stato quindi stabilizzato, trasportato tramite verricello o bordo dell’elicottero, quindi portato all’ospedale Bufalini di Cesena. Sul posto anche l’ambulanza. Sempre il personale del Soccorso Alpino è stato impegnato in un intervento a Santa Sofia.  Una 18enne residente a Lido di Savio (Ravenna) ha accusato un malore lungo il sentiero che da San Paolo in Alpe (comune Santa Sofia) porta a Corniolo. Sul posto anche i sanitari del 118.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Durante il trekking scivola nel canalone e riporta una trauma cranico: interviene il Soccorso Alpino

ForlìToday è in caricamento