rotate-mobile
Cronaca

Eccidio del 1944, domenica si ricordano le vittime a S. Tomè

Continuano le iniziative del programma coordinato dal Comune di Forlì per ricordare i fatti di settant’anni fa, quando durante l’estate del 1944 il nostro territorio fu segnato da eccidi, rappresaglie, bombardamenti e distruzioni

Continuano le iniziative del programma coordinato dal Comune di Forlì per ricordare i fatti di settant’anni fa, quando durante l’estate del 1944 il nostro territorio fu segnato da eccidi, rappresaglie, bombardamenti e distruzioni. Domenica , alle ore 9.30, l’appuntamento è al cippo di via Minarda, a San Tomè, eretto nel luogo dove il 9 settembre 1944 furono impiccate dai nazisti sei persone: Michele Mosconi, Celso Foietta, Antonio Gori detto Natale, Antonio Zaccarelli, Emilio Zamorani e Massimo Zamorani.

Le vittime erano prigioniere dei nazifascisti e furono portare sul luogo dove, al momento dell’esecuzione capitale, furono rastrellati i cittadini e costretti ad assistere al macabro evento. I primi quattro erano originari dell’alta vallata del Bidente mentre gli Zamorani erano collegati a famiglie della comunità ebraica ferrarese. Dopo il momento commemorativo, la cerimonia si sposterà nell’area antistante la Chiesa parrocchiale e il Monumento ai Caduti di tutte le guerre dove, alle ore 9.45 è previsto l’intervento del Sindaco di Forlì Davide Drei. La manifestazione si svolgerà alla presenza del Gonfalone civico, della bandiera dell’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese e dei labari delle associazioni combattentistiche e d’arma, e di rappresentanze istituzionali.

Alle ore 10.00 avrà luogo la funzione religiosa a suffragio e per la Pace celebrata da Don Stefano Vasumini. La cerimonia è organizzata dall’Assessorato agli eventi istituzionali del Comune in collaborazione con il Comitato di Quartiere di San Tomè.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccidio del 1944, domenica si ricordano le vittime a S. Tomè

ForlìToday è in caricamento