menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecotecnica, si avvia a conclusione la bonifica: il Comune ha sborsato circa 150mila euro

Si avvia alla conclusione la vicenda di Ecotecnica, l’impresa di trasporto e smaltimento di rifiuti speciali di San Lorenzo in Noceto fallita nell’estate del 2018

Si avvia alla conclusione la vicenda di Ecotecnica, l’impresa di trasporto e smaltimento di rifiuti speciali di San Lorenzo in Noceto fallita nell’estate del 2018. I cancelli sono stati serrati con rifiuti stoccati all'interno, suscitando le proteste dei residenti. Ora la bonifica dell’area è arrivata praticamente al termine, a distanza di due anni e mezzo.  “Ad oggi – spiega l’assessore all’Ambiente Giuseppe Petetta – nel sito di San Lorenzo in Noceto sono stati rimossi e smaltiti tutti i rifiuti liquidi e fangosi che erano stoccati nelle vasche e nelle cisterne presenti e che costituivano potenziale criticità sotto il profilo igienico, sanitario e ambientale. L'amministrazione comunale è infatti intervenuta, come stabilito dagli enti di controllo riuniti in apposita Conferenza di Servizi istruttoria, con l'esecuzione degli interventi prioritari nel sito non più presidiato né gestito, effettuando la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti pericolosi e non pericolosi presenti nelle vasche e nelle cisterne". I lavori di bonifica sono costati circa 150mila euro.

Ed ancora l'assessore: "Nei prossimi giorni verrà completato il ripristino del telone di copertura di una vasca, unitamente al relativo lavaggio finale. In questo modo, non appena sarà stato eseguito lo smaltimento delle ulteriori frazioni di rifiuti presenti sotto tettoia tramite appalto indetto a breve, sarà possibile ufficialmente dare riscontro del compimento dell'intervento concordato con gli enti di controllo. Parallelamente alle suddette attività di rimozione e smaltimento dei rifiuti presenti nel sito, sono in corso le operazioni sui beni mobili e immobili di competenza della curatela del Tribunale di Forlì”.

“La risoluzione di questa situazione e dei suoi pericolosi risvolti sotto il profilo ambientale era una delle priorità di questa Amministrazione. Finalmente possiamo dire di aver tagliato il traguardo e di averlo fatto con estrema cautela, riuscendo a mettere in sicurezza il sito e garantendo una corretta rimozione dei rifiuti ancora presenti nel perimetro dell’azienda", conclude Petetta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento