Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Educazione ambientale: premiate le scuole vincitrici del concorso

Due classi di Forlì e una di Modigliana si aggiudicano i buoni da 150 euro validi per l’acquisto di materiale didattico messi in palio da Alea Ambiente

Si è svolta a dicembre la fase finale del concorso indetto da Alea Ambiente nell’ambito del progetto di educazione ambientale realizzato nelle scuole del territorio nell’anno scolastico 2019/2020. Ad aggiudicarsi i tre buoni da 150 euro ciascuno, validi per l’acquisto di materiale didattico, sono state le tre classi che hanno realizzato le campagne di sensibilizzazione più votate sulla pagina Facebook Alea Ambiente (e pubblicate qui: https://www.alea-ambiente.it/progetti-speciali/educazione-ambientale/).

Prima, la 2F della scuola secondaria di primo grado Caterina Sforza di Forlì (Istituto comprensivo 1) che ha ben figurato guadagnando ben 2.565 like sui social con il progetto “Differenziamoci”, una raccolta di disegni in cui si spiega come, grazie alla raccolta differenziata e ai piccoli gesti di tutti i giorni, si può salvaguardare l’ambiente e garantirgli un futuro verde e pieno di vita.

Secondo più votato con 1.161 like complessivi, il progetto “Ogni rifiuto una storia” della classe 2B, sempre della scuola Caterina Sforza, nel quale attraverso dei brevi racconti, ogni rifiuto (materassi, pc, pile, lavatrici…) riporta i propri pensieri nel momento dello smaltimento, in attesa di essere destinato ad una seconda vita grazie al riciclo.

Terzo elaborato classificato, quello della 3B della Scuola Media Silvestro Lega, dell’Istituto Comprensivo di Modigliana, che porta il titolo “Anche tu puoi fare qualcosa” e che ha ottenuto 635 consensi: in un video, in cui si richiamano gli obiettivi dell’Agenda 2030 voluta dall’ONU per uno sviluppo sostenibile, gli studenti hanno messo in evidenza la responsabilità dell’uomo nel realizzarli attraverso i propri comportamenti, dalla mobilità sostenibile alla differenziazione dei rifiuti fino alla tutela delle aree verdi.

Otto in totale le classi che hanno partecipato al concorso, che rappresenta la conclusione del progetto annuale, appartenenti alle scuole medie Caterina Sforza e Camelia Matatia di Forlì e Silvestro Lega di Modigliana. Gli elaborati pervenuti sono stati realizzati sotto forma di disegno, testo informativo, racconto, video o immagine, pensato per parlare ai cittadini attraverso varie modalità e canali.

Il progetto di educazione ambientale è stato realizzato nei mesi scorsi coinvolgendo 432 studenti del comprensorio forlivese. All’insegna del tema “Co-responsabilità! Comunichiamolo agli altri: quale lingua parlano i nostri rifiuti?”, i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado e del biennio degli istituti secondari di secondo grado, sono stati coinvolti in incontri in aula e in attività ludico-laboratoriali. Complice anche la sospensione dell’attività scolastica in presenza dal mese di marzo, il progetto ha avuto svolgimento per lo più in modalità online, attraverso gli strumenti della didattica a distanza.

I fondi verranno consegnati ai vincitori nel mese di gennaio, alla ripresa dell’attività scolastica dopo la pausa natalizia, nel frattempo fino al 31 dicembre 2020 sono aperte le iscrizioni al progetto per l’anno scolastico 2020/2021, realizzato sempre in collaborazione con la cooperativa Equamente, che porta il titolo “Quale impronta lasciano i nostri rifiuti?”. Tutte le info sul sito www.alea-ambiente.it nella sezione “Progetti speciali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Educazione ambientale: premiate le scuole vincitrici del concorso

ForlìToday è in caricamento