Eduscopio 2020: ecco le scuole che preparano al meglio all'università e al mondo del lavoro

Il rapporto "Eduscopio" viene realizzato in base alle performance universitarie dei diplomati (numero di esami e media dei voti al primo anno)

L'Istituto Alberghiero "Artusi" di Forlimpopoli al primo posto per opportunità di lavoro al termine del percorso di studi davanti all'Istituto Tecnico Industriale, mentre il Liceo Scientifico "Fulcieri Paulucci De Calboli" è al top per rendimento universitario. E' quanto emerge dai dati provinciali dello studio "Eduscopio" raccolti dalla Fondazione Agnelli, che, come da tradizione ad inizio novembre, ha pubblicato la classifica annuale dei migliori istituti superiori italiani che meglio preparano agli studi universitari o al lavoro dopo il diploma. Il portale - nato nel 2014 e gratuito - si propone di aiutare gli studenti e le loro famiglie nel momento della scelta della scuola dopo la terza media. "Eduscopio" è diventato in questi anni un riferimento per le famiglie e per le stesse scuole come dimostrano gli oltre 1,8 milioni di utenti unici che hanno a oggi visitato il portale, con 8,7 milioni di pagine consultate.

Il rapporto "Eduscopio" viene realizzato in base alle performance universitarie dei diplomati (numero di esami e media dei voti al primo anno). Per gli istituti tecnici e per i professionali esiste anche una seconda classifica, basata sugli sbocchi lavorativi: tasso di occupazione e coerenza fra studi fatti e lavoro trovato. Nello specifico, vengono messe a confronto le scuole in un raggio di 30 chilometri e a ciascuna viene assegnato un indice chiamato Fga, calcolato con due parametri a cui viene dato identico peso: la media dei voti agli esami universitari e la percentuale di esami superati.

Licei

Lo Scientifico di Forlì si colloca al primo posto nella classifica provinciale. Il suo indice Fga è di 84,2 (nel 2019 era di 82,11), con il 92% dei diplomati degli immatricolati che supera il primo anno di università, con una media di 28.29. Quali sono le aree disciplinari più gettonate dai diplomati di questa scuola? Il 28% sceglie un indirizzo scientifico, il 26% tecnico e l'11,4% tecnico-statistico. Il 7,3% ha optato per un indirizzo medico, mentre il 6,5% sanitario. L'81,1% ha optato per l'ateneo bolognese.

Il Liceo classico Morgagni ha un indice di 69.34, con l'87% degli studenti che superano lo scoglio del debutto universitario con una media voti di 26.94. Il 33,3% che prosegue con l'università sceglie un indirizzo umanistico, il 24,1% quello scientifico e il 20,4% quello giuridico. Per quanto riguarda l’indirizzo "Scienze umane" l'indige Fga è di 64.51, col 71% dei diplomati che chiudono il primo anno positivamente. L'indirizzo "Linguistico" ha un indice Fga di 73.14, con una media voti di 26.78 ed il 72% dei laureandi che proseguono col sorriso il percorso di studi. Il Liceo "Valfredo Carducci" di Forlimpopoli ha un indice Fga di 61.56, col 61% dei diplomati che prosegue nel cammino universitario dopo il primo anno.

Istituti Tecnici

Nell'indirizzo "Tecnico-Tecnologico", l'Istituto Tecnico Industriale Gugliemo Marconi è al terzo posto nel raggio di 20 chilometri, preceduto dal Blaise Pascal e dal Garibaldi Da Vinci, entrambi di Cesena. Per l'istituto di viale della Libertà l'indice Fga è di 64.47, con una media di voti del 25.45 e il 49% dei ragazzi che superano positivamente il primo anno all’università. Dopo il Bucci e l'Oriani di Faenza ci sono il Saffi Alberti (indice Fga 52,77 ed una percentuale del 34%, sotto la media regionale del 42%, dei diplomati degli immatricolati che supera il primo anno di università) e l’Istituto Aeronautico Baracca (indice Fga 45,63, in crescita sul dato del 2019). Per il capitolo "Tecnico-Economico" il Matteucci è terzo dietro il Renato Serra di Cesena e l'Oriani di Faenza. L'indice Fga è di 58,3 (nel 2019 era di 52.35), con una media voti di 25.06 e il 50% delle matricole che supera il debutto universitario. 

Mondo del lavoro

Per quanto concerne il confronto per istituti professionali, un confronto tra indice di occupazione dei diplomati vede l'Artusi di Forlimpopoli al primo posto nel raggio di 30 chilometri, mentre al terzo per "coerenza tra studi fatti e lavoro trovato" dietro il "Tonino Guerra" di Cervia e l'Artusi di Riolo Terme. L'indice di occupazione dei diplomati dell'Artusi è del 79%, con il 74% degli occupati che ha lavorato più di sei mesi in due anni. L'attesa per il primo contratto significativo è di 141 giorni. Il 23,3% ha un contratto permanente a tempo indeterminato dopo due anni di lavoro. Per quanto riguarda l'Istituto Tecnico Economico Matteucci, l'indice occupazione è del 69%, con 231 giorni d'attesa per il primo contratto significativo. L'Istituto Tecnico Industriale "Marconi" ha invece un indice occupazionale del 77%, con 164 giorni medi di attesa per ottenere un contratto significativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

Torna su
ForlìToday è in caricamento